Valentino Rossi: “Non è nella mia natura correre per il secondo posto”

Valentino Rossi, dopo il trionfo a Misano con cui ha ipotecato il Mondiale 2008, dichiara di scendere ancora in pista per vincere

da , il

    E? raggiante Valentino Rossi dopo l? appuntamento di Misano Adriatico in sui sono stati raggiunti due importanti obiettivi: vincere la gara incrementando il distacco da Casey Stoner ed eguagliare il record di 68 vittorie di Giacomo Agostini.Guarda anche:

    Oggi è veramente un giorno fantastico, e ancora non riesco a credere di aver raggiunto il record di Agostini! Era uno dei miei eroi, è incredibile averlo eguagliato con 68 vittorie. – racconta Valentino che sembra toccare il cielo con un dito, forte anche della serenità dovuta ai 75 punti di vantaggio dal rivale desmodromico – Questo è stato un fine settimana abbastanza difficile per noi sin dall?inizio, e in più c?è stata la pressione data dal correre in casa, che rende più difficile rimanere concentrati, perché ci sono tante distrazioni! Dopo la delusione dello scorso anno, non è stato affatto facile. Ancora una volta però, oggi il team mi ha dato una moto veramente competitiva e mi sentivo molto fiducioso. Ho fatto una buona partenza, ma Pedrosa mi ha superato molto velocemente, e quindi ho perso un po? di tempo per risuperarlo, prendendo anche alcuni grossi rischi ( ho avuto una bella sbandata!) Una volta superato Dani potevo vedere Casey, anche se devo ammettere che oggi non ero così convinto di vincere come a Brno. In ogni caso ho continuato a spingere perché non è nella mia natura correre per il secondo posto, e pensavo che avrei potuto ancora lottare, anche perché una volta trovato il mio ritmo ero molto veloce. Poi, ho visto Casey scivolare. Mi dispiace per lui, ma tutto ciò è molto positivo per il campionato, sono contento per il team. Abbiamo 75 punti di vantaggio: sono molti, ma ci sono ancora cinque gare, e io correrò per vincere ognuna di esse, come ho sempre fatto nella mia carriera. Grazie al mio fantastico team, alla Bridgestone e ovviamente mi congratulo anche con Jorge; oggi mi ha costretto a spingere fino alla fine, non mi sono potuto rilassare per neanche un minuto! È un grande giorno per tutti noi“.

    Mancano ancora 5 gare alla fine del Mondiale, i 75 punti di vantaggio di valentino potrebbero essere un? ipoteca, importante al Titolo, anche se non è detta l? ultima parola.

    Matematicamente Casey Stoner potrebbe ancora farcela a recuperare il distacco: mancano ancora 5 gare e la pressone psicologica così come gli inconvenienti tecnici potrebbero ancora manifestarsi su entrambi i team e i piloti.

    Vinca il migliore, ovviamente. Dal punto di vista dello spettacolo e della soddisfazione degli spettatori, ci aspettiamo che le prossime 5 gare offrano le stesse emozioni vissute quest?anno durante l? indimenticabile gara di Laguna Seca.

    Se poi ci fosse qualche protagonista in più, non sarebbe un dispiacere?