Valentino Rossi: “non ho mai avuto contatti con la Honda HRC”

da , il

    Valentino Rossi: “non ho mai avuto contatti con la Honda HRC”

    Ap/LaPresse

    Dopo l’annuncio del quasi sicuro rinnovo di Dani Pedrosa in HRC, le parole di Valentino Rossi non hanno tardato ad arrivare. Il pilota di Tavullia, nel paddock del prossimo Gran Premio di Germania 2012, ha commentato subito a caldo il rinnovo di Pedrosa, dichiarando di non aver mai e poi mai avuto un contatto con la Honda. C’è da credergli? Forse no, ma ormai le porte della Casa Alata sono chiuse, e per Vale non rimangono molti sellini liberi per il prossimo anno.

    Valentino Rossi dice addirittura di non aver mai considerato la possibilità di tornare alla casa dove ha vinto i primi titoli nella classe regina: “Non ho mai avuto contatti diretti con Honda Repsol, ma per me non cambia niente. Comunque non sarei andato nel team HRC perché non era una possibilità”.

    Strano, perché le voci, confermate anche dal vice presidente Honda Shuei Nakamoto, sembravano molto più che veritiere. Comunque Vale ha un solo obiettivo quindi in testa: fare andare forte la Rossa di Borgo Panigale. “In Ducati sono in arrivo delle novità da provare e stanno lavorando tanto. Abbiamo un piano e in questo momento è importante. Ancora non è finita e abbiamo delle possibilità per migliorare. Abbiamo un piano almeno per cercare di migliorare. Speriamo vada bene perché in questo momento della stagione è decisivo. Voglio andare più veloce ed essere competitivo con questa moto, con cui non sono mai riuscito ad andare forte. E’ passato tanto tempo e ancora non ce l’abbiamo fatta. Ma non è ancora finita“.

    La speranza è l’ultima a morire e va bene, ma i miracoli molto spesso non avvengono, e se una moto non è buona puoi essere anche il miglior pilota della storia ma non vinci nulla. Per cui il problema della competitività della Ducati è il motivo principale che fa presupporre ad un imminente addio tra Vale e la Rossa, ma è anche vero che di possibilità in giro ce ne sono davvero poche. Sicuramente Valentino non accetterebbe un posto in un team satellite, e il matrimonio Rossi-Ducati potrebbe addirittura continuare nel 2013 solo perchè in giro non c’è niente di meglio.