Valentino Rossi rapito dall’India

Valentino Rossi è in India per partecipare all'Auto Expo (la fiera motoristica più grande dell’Asia) come testimonial della Yamaha

da , il

    Valentino Rossi è in India per partecipare all’Auto Expo (la fiera motoristica più grande dell’Asia) come testimonial della Yamaha: una due giorni ricca di impegni, quella del Dottore, condita da una conferenza stampa, tutta una serie di interviste con i media indiani e tanti autografi per i fan. In più ha incontrato i vertici indiani della Yamaha Motor e una delle più grandi star del cinema indiano.

    E al termine di questa “maratona delle PR” il campione della MotoGP ha rilasciato una dichiarazione in cui ha affermato di essere stato davvero colpito dal paese che lo ha ospitato.

    Questa è la mia prima visita in India e sono rimasto davvero colpito dalla bellezza di questo paese, anche se purtroppo non ho avuto molto tempo per visitare Delhi. Spero quindi di poter tornare presto e di avere più tempo per godermi questo luogo.

    Di sicuro Valentino Rossi di tempo per fare il turista ne ha avuto davvero poco: in due giorni il campione della MotoGP si è dato da fare per la Yamaha, incontrando Masao Furusawa, Executive Officer Engineering Operations di Yamaha Motor Company, più di 300 concessionari e numerosi giornalisti.

    E a sentire le sue dichiarazioni, la sua missione per conto della casa dei tre diapason può dirsi felicemente conclusa: “La Yamaha ha fatto grandi cose qui e la risposta positiva da parte del mercato è la prova che stanno andando nella giusta direzione,” ha dichiarato il Dottore, “I nuovi modelli YZF -R15 e FZ16, che sono meno potenti repliche della R1 e Fazer, sono decisamente appropriati per questo mercato e per le caratteristiche del traffico qui in India. In effetti mi stupisco del traffico e del numero incredibile di macchine e moto sulla strada sia di giorno che di notte!

    A conclusione del suo primo viaggio in India, Valentino ha anche incontrato John Abraham, una delle più grandi stelle di Bollywood nonché testimonial della Yamaha: “E’ stato bello vedere John Abraham, l’ho incontrato qualche anno fa, quando venne ad una gara così è stato bello vederlo nel suo paese, dove è molto famoso! Adesso volo verso casa ma è stato un viaggio molto bello, sono felice di avere così tanti tifosi qui in India e mi auguro che un giorno avremo la possibilità di correre qui.