Valentino Rossi sul GP di Brno: “A inizio gara ho sempre i soliti problemi”

Le dichiarazioni di valentino rossi dopo il Gran Premio di Brno

da , il

    Valentino Rossi sul GP di Brno: “A inizio gara ho sempre i soliti problemi”

    Valentino Rossi chiude il Gran Premio della Repubblica Ceca con il quarto posto; un risultato che in pochi si aspettavano dopo l’uscita nel warm-up del mattino in cui rientra ai box con il terzo miglior tempo. In gara però si presenta lo stesso problema che sembra aver penalizzato il pilota marchigiano di casa Yamaha anche a Indianapolis: Rossi dichiara di fare sempre molta fatica all’inizio e non riesce ad essere veloce come vorrebbe a causa di alcuni problemi tecnici. Secondo il pilota di Tavullia, la M1 non era per niente favorita su questo tracciato e il confronto tra Honda e Yamaha è decisamente a favore della casa di Tokyo.

    Il quarto posto di Valentino Rossi sul circuito di Brno, è il secondo risultato identico in due GP consecutivi; infatti, dopo il GP di Indianapolis, il pilota italiano chiude un’altra gara fuori dalla zona podio e si trova a dover duellare per l’intera durata del gran Premio con Alvaro Bautista e che riuscirà ad uscirne vincitore ancora solo nel finale per una manciata di millesimi. Sono tre gare consecutive che Valentino disputa una gara dovendo battersi con un pilota privato e, senza nulla togliere a Bautista e alla competitività della sua Honda, non è certo lo standard che Yamaha e il 9 volte campione del mondo si erano prefissati a inizio stagione.

    Queste sono le dichiarazioni di Valentino Rossi: “Purtroppo faccio sempre un po’ di fatica all’inizio e anche se questa volta non ho avuto lo stesso problema di Indianapolis, siamo sempre troppo indietro rispetto a Honda. Alla fine io non ho girato peggio che nel warm up, sono stati gli altri tre piloti avanti che hanno avuto un ritmo impressionante! Quindi complimenti davvero a Marquez e Pedrosa, ma sopratutto a Lorenzo che è stato capace di stare li davanti nonostante l’evidente superiorità di Honda. Loro tre davanti hanno fatto una bella gara e mi sarebbe piaciuto stare con loro, ma oggi avevo troppi problemi per tenere il loro ritmo. Pensavo che avrei chiuso con un distacco più ridotto; se fossero stati 2 secondi sarebbe stato buono, ma ne ho presi dieci quindi non sono per nulla contento. Il problema principale è che quando provo ad accelerare, il muso della moto spinge sempre verso l’esterno, mentre le Honda, e non so per quale strano motivo, riescono ad andare in sovrasterzo e questo è un vantaggio per loro. Abbiamo molto lavoro da fare per cercare di risolvere tutti questi problemi; prima della pausa estiva usavo un altro set-up e mi trovavo meglio già dal venerdì, invece ora ho più problemi. Il mio primo obiettivo in questo momento è quello di riuscire ad essere veloce come Lorenzo che riesce nei primi giri ad essere davvero velocissimo e a mettere pressione alle Honda che ora sono decisamente superiori. Credo che il vantaggio di Honda stia nel fatto che riescono ad aprire il gas con molto anticipo rispetto a noi.”

    A cura di Alessio Mora