Valentino Rossi sul GP di Le Mans: sarà una gara a mio favore [FOTO]

da , il

    Le Mans è pronta per accogliere la quarta tappa del Motomondiale 2013, dopo la traversata iberica che ha portato con se l’intero paddock che comprende i tre occupanti ormai abituali del podio di questa stagione. Una gara quella di Jerez che ha rimarcato quanto il dominio spagnolo sia destinato a persistere e che sarà una stagione tutt’altro che scontata a livello individuale. Il GP di Spagna è stato all’insegna di molte polemiche tra Marquez e Lorenzo ma non solo, ci sono state notizie positive per Dani Pedrosa che silenziosamente fa capolino nel momento più delicato della sua carriera, conquistando forse la vittoria più importante, lanciando un chiaro avviso della sua non trascurabile presenza. Gara invece un po’ in ombra per Valentino Rossi, autore di una prestazione un po’ opaca, ma che resta tuttavia fiducioso in vista della gara francese.

    Il GP di Spagna ha trascinato con se anche un curioso fatto di cronaca che ha visto coinvolto il pilota Barbera, protagonista di una “particolare lite” con la sua fidanzata.

    Guarda anche:

    Valentino Rossi su Le Mans

    Come premesso, Valentino Rossi si presenta su questa pista, dopo una gara in Spagna all’insegna dei problemi, specialmente nei confronti delle gomme con cui non è mai riuscito ad entrare in sintonia e che non gli hanno permesso di poter restare con i primi. Erano dichiarazioni che lui stesso enunciò già dal giovedì, giorno in cui doveva ancora fare il suo primo ingresso in pista.

    Il dottore dunque ha cercato di archiviare la gara di Jerez per volgere lo sguardo qui a Le Mans, luogo in cui conserva un bel ricordo della stagione passata in Ducati, chiudendo addirittura in seconda posizione dopo una gara disputata all’insegna del maltempo: Le Mans è una pista a me favorevole e che mi piace molto perché sono riuscito a salire sul podio anche nelle ultime due edizioni, sia in condizioni di bagnato che asciutto nonostante i grossi problemi che riscontravo con la Ducati. Questo circuito dovrebbe adattarsi bene con la Yamaha e quindi sono fiducioso per la gara di Domenica. Se a Jerez la scelta della gomma è stato un fattore determinante, qui a Le Mans potrebbe esserlo anche di più a causa delle condizioni meteorologiche che possono cambiare rapidamente ed in maniera drastica. Sono ottimista; io e la squadra cercheremo di dare il massimo come abbiamo sempre fatto”

    Jorge Lorenzo, forma e ottimismo

    Uno dei piloti più attesi su questa pista non poteva che essere Jorge Lorenzo. L’attuale campione del mondo in carica deve cercare di lasciarsi alle spalle la seppur buona prova in quel di Jerez, sporcata solo dall’episodio nel finale. Jorge si prepara per questo evento, forte del suo ultimo successo su questa pista, in cui dominò nettamente, conquistando meritatamente la vittoria pur in condizioni molto difficili: “Non vedo l’ora di correre in un circuito speciale quale è Le Mans; una pista totalmente diversa da Jerez in cui abbiamo faticato molto a causa dell’estremo caldo che si è presentato in gara e sinceramente mi sarei aspettato un risultato migliore. Abbiamo avuto a disposizione una giornata di test dopo la gara in Spagna e questo ci ha aiutato a risolvere quei piccoli problemi che abbiamo accusato durante il GP. Le Mans è sicuramente una pista che mi evoca bei ricordi perché ho sempre disputato ottime gare. Lo scorso anno ho fatto una gara perfetta sul bagnato; non ho commesso un solo errore nonostante le condizioni della pista fossero molto difficili. E’ un circuito che ritengo molto favorevole alla Yamaha e io voglio fare il massimo per poter vincere!”

    Barberà aggressione

    Le scuse di Hector Barbera

    Il pilota spagnolo della Avintia Blusens, dopo la gara di Jerez, si è reso protagonista di un curioso e quantomeno poco “galante” episodio che lo ha visto colpevole (o vittima) di un’aggressione ai danni della sua fidanzata nella stanza d’hotel in cui alloggiavano.

    Sono trapelate parecchie voci in merito al fatto e in quasi tutte prevale un concorso di colpa da parte della coppia. Al pilota, dinanzi a quanto successo, viene immediatamente emessa una condanna di 6 mesi di lavori socialmente utili, ma il pilota spagnolo ha giustamente diritto di dire ciò che realmente è successo: “Dinanzi alle notizie emerse dai vari organi di stampa e di informazione mediatica ci terrei a precisare quanto è accaduto la sera del 9 Maggio. Vorrei innanzitutto porre le mie scuse a tutti per quanto successo e che il brutto episodio non mi inorgoglisce affatto. Ho certamente delle responsabilità, ma come ho dichiarato alla corte, sono io la parte offesa. Per una questione di rispetto non fornirò ulteriori dettagli su quanto successo, ho le mie ferite che sono state attentamente esaminate dal medico legale e quindi non ho molto da aggiungere se non le mie scuse e il dispiacere di essere stato ingiustamente etichettato come un mostro a livello mediatico, con voci del tutto lontano dalla realtà e per di più non verificate. Sono cresciuto in una famiglia composta da tre fratelli, un ragazzo e due ragazze e tutti abbiamo imparato i valori della famiglia, quali rispetto, amore e lealtà. Io sono cresciuto con questi valori e non penserei mai di poter far male o torto a qualcuno. Sono contrario ad ogni tipo di violenza. Per me il caso è chiuso e ora vorrei dedicarmi alla mia professione che è la cosa più importante e mi riservo il diritto di rivolgermi ai miei legali se fosse necessario”