Valentino Rossi sulla nuova Ducati GP12: “Dobbiamo migliorare”

Le parole di Valentino Rossi davanti alla nuova Ducati ufficiale che affronterà il campionato della MotoGP 2012

da , il

    Valentino Rossi sulla nuova Ducati GP12: “Dobbiamo migliorare”

    A margine della presentazione della livrea ufficiale della Ducati Desmosedici GP12, Valentino Rossi ha voluto rispondere ad alcune domande che gli sono arrivate dai tifosi della Rossa di Borgo Panigale. Il presentatore d’eccezione, Valerio Staffelli gli ha posto quelle che hanno ricevuto il maggior numero di voti sulla pagina di Facebook Tim e tra le più quotate quella che riguarda la competitività della moto: “Speriamo, perchè negli ultimi anni sono stato capace di fare tante gare che hanno portato tanti nuovi appassionati alla MotoGp. Abbiamo iniziato a lavorare con questa moto dal primo test a Sepang, un mesetto fa”.

    Dopo la presentazione ufficiale della livrea della nuova Ducati, che affronterà il Motomondiale 2012 e le spiegazioni sulle caratteristiche tecniche della Desmo GP12, è arrivato il momento di parlare delle aspirazioni dei singoli piloti sul nuovo progetto ed in particolare di quelle di Rossi, chiamato al riscatto dopo il mediocre 2011 e considerata la sua fama di pilota vincente: “Filippo e i ragazzi hanno fatto un grande sforzo perchè è cambiata tanto rispetto a quella dell’anno scorso e penso che avremo bisogno di un pochino di tempo per conoscerla bene e per metterla a posto, ma siamo quasi pronto. Questa settimana a Jerez vedremo come andrà e poi l’8 aprile inizia il campionato e riusciremo a capire bene dove siamo”; ha detto il Dottore.

    Secondo Valentino, correre con una moto italiana ha un sapore del tutto diverso: “Correre per la Ducati ha un sapore particolare, soprattutto se sei un pilota italiano. Ma in generale è un marchio che affascina in tutto il mondo. A livello di guida è molto simile alle altre moto: si fa rispettare molto e ti mette sempre sull’attenti quando la devi guidare”.

    E prima di concludere, un cenno sulla realtà e il punto del progetto Ducati, sulle problematiche che il team ha riscontrato durante gli ultimi test: “Abbiamo iniziato bene nel primo test perchè il feeling con la moto nuova è stato subito positivo e completato tutto il programma di lavoro che avevamo previsto ed ero quinto. Avevamo ancora qualche problema in uscita di curva, che abbiamo provato a risolvere nel secondo test, ma senza riuscirci e rimanendo anche più indietro a livello di posizione. Sappiamo che ci vorrà del tempo, perchè abbiamo anche tante altre cose nuove da provare che arriveranno nel corso della stagione. L’importante è migliorare. Nel 2011 ci abbiamo provato con tutte le nostre forze, ma non ci siamo riusciti. Speriamo di farlo quest’anno, anche gara per gara, per essere competitivi il prima possibile”.