Ex manager di Valentino Rossi accusato di evasione fiscale come il Dottore nel 2007

da , il

    Ex manager di Valentino Rossi accusato di evasione fiscale come il Dottore nel 2007

    Gibo Badioli, ex manager di Valentino Rossi, avrebbe evaso , secondo la Procura di Pesaro, al fisco circa 13 milioni di euro , dal 2001 al 2006 dichiarando di risiedere fittiziamente a Londra.

    Assieme al 9 volte campione del mondo Valentino Rossi sono stati chiamati al banco dei testimoni anche i responsabili dei team Yamaha, Ducati ed Honda oltre a vari main sponsors di Valentino Rossi come Fastweb, Agv e Dainese.

    Tempo fa l’erario contestò anche a Valentino Rossi la veridicità della sua residenza londinese ritenendola creata ad hoc per evitare di pagare le tasse italiane (molto più alte di quelle britanniche). Il pilota di Tavullia in quell’occasione patteggiò con il fisco (pagando una mega-multa di 35 milioni di euro) facendo mea culpa e dichiarando di essersi fidato, per la gestione delle proprie finanze, delle persone sbagliate. Esonerò poi Badioli, divenne manager di se stesso costituendo un’apposita società e rimise la sua residenza a Tavullia.

    Al contrario di Rossi, Gibo Badioli decise di resistere alle contestazioni del fisco mantenendo la sua residenza a Londra, la Commisssione Tributaria di primo grado però ha rigettato le sue richieste e di conseguenza è inziato anche il procedimento penale per il reato di omessa dichiarazione dei redditi. I legali di Badioli si dicono comuqnue ottimisti e certi che la residenza a Londra del proprio assistito è documentabile e dimostrabile senza ombra di dubbio.