Williams firma la Concordia

da , il

    Williams firma la Concordia

    Dopo la Ferrari anche la Williams ha firmato il nuovo Patto della Concordia per il periodo dal 2008 al 2012. Vanno così a decrescere ulteriormente le possibilità di vedere un campionato alternativo a quelo di F1 e si consolida il partito della FOM.

    La scissione era stata paventata nel momento in cui alcune scuderie tra cui BMW, Honda, Mercedes,Toyota e Renault volevano negoziare diversamente gli introiti del Circus. Ma senza Ferrari e Williams le restanti scuderie, facenti parte della GPMA (Grand Prix Manufacturers Association), non potrebbero dare vita ad un campionato del medesimo interesse per gli appassionati.

    Commentando la scelta del nuovo accordo con Ecclestone, Frank Williams ha rilasciato una dichiarazione nella quale sottolinea l’assurdità di pensare a due diversi campionati e come, per il futuro, ci sia bisogno di chiarezza. Chiarezza che non può prescindere da un accordo di lungo termine che eviti una dannosa quanto controproducente incertezza.

    Dopo l’annuncio della Williams la GPMA ha diramato subito un comunicato nel quale dice di aver preso atto della decisione del team inglese. La replica dei team cosiddetti “dissidenti” ricorda la loro ferma volontà di non accettare proposte ritenute non vantaggiose ma apre anche al dialogo con una nota che apprezza i recenti progressi fatti nella trattativa.

    Ancor più accogliente Nick Fry, Boss della Honda F1, che prevede una risoluzione entro il primo GP della stagione e definisce estremamente costruttivi i dialoghi tenuti con Ecclestone