WRC 2013, Rally Grecia: vince Latvala, festeggia anche Kubica [FOTO e VIDEO]

da , il

    Jari Matti Latvala mette la firma sul Rally di Grecia 2013. Il finlandese porta la Polo R Wrc sul gradino più alto del podio proprio quando in Volkswagen manca il leader del mondiale Ogier a dettare il ritmo.

    Ma non è l’unico a festeggiare Latvala, visto che in Wrc2 anche Robert Kubica ha buone ragioni per gioire: il polacco è alla prima affermazione nel mondiale, ancor più straordinaria se si pensa che il rally di Grecia era appena la seconda gara su terra a cui prendeva parte con la DS3 Wrc.

    In ottica iridata non cambia poi molto, visto il 10mo posto di Ogier, arricchito dai tre punti conquistati nella Power Stage conclusiva, davanti a Novikov e Mikkelsen.Guarda anche:

    Proprio il norvegese – sulla terza Polo R Wrc – si è messo in luce nella terza giornata dell’Acropoli, vincendo due prove speciali e scavalcando nella generale Nasser Al Attiyah, strappandogli il quarto posto. Dietro Latvala chiudono Dani Sordo e Thierry Neuville, su Citroen e Ford Fiesta RS. «Abbiamo chiuso in seconda posizione e siamo contenti di non aver rotto nulla. Marchiamo punti [per il mondiale] e creiamo fiducia. Nei rally precedenti abbiamo provato a vincere, commettendo degli errori nel corso dell’anno, ma adesso ne facciamo meno. Latvala era troppo duro da battere», dirà lo spagnolo della Citroen.

    Latvala che è alla prima vittoria iridata con la Volkswagen: «Ci sono tante persone che hanno creduto in me e dato fiducia. La stagione è iniziata con un ritiro al Monte e non andava bene. Volevamo un buon risultato e l’abbiamo ottenuto all’Acropoli. Sono così contento per me e il team, perché è bello vederli sorridere dopo la vittoria».

    CLASSIFICA GENERALE RALLY GRECIA 2013

    1. LATVALA – 3:31:01.2

    2. SORDO +1:50.0

    3. NEUVILLE +2:14.1

    4. MIKKELSEN +3:55.1

    5. AL ATTIYAH +4:12.6

    6. OSTBERG +5:48.7

    7. HIRVONEN +8:00.7

    8. PROKOP +8:01.2

    9. NOVIKOV +8:11.8

    10. OGIER +10:10.3

    Seconda giornata Rally Acropoli 2013

    Restano 85 chilometri tra Jari Matti Latvala e la conquista del Rally di Grecia 2013. Il finlandese resta in testa alla generale anche dopo il giro pomeridiano della seconda giornata, centrando il miglior tempo nella prova speciale 7 di Klenia Mycenae 2. E’ tornato a ruggire Novikov, invece, nella 8 e 9, prima che Sebastien Ogier firmasse l’ultima prova di giornata, sotto la pioggia.

    Il francese entra nella top ten, a discapito di Robert Kubica, sempre leader tra le Wrc2. Posizioni apparentemente consolidate, con solamente Dani Sordo e Thierry Neuville in lizza per il secondo gradino del podio, distanziati di 39 secondi.

    Ma i colpi di scena non sono certo mancati finora e l’epilogo è tutto da scrivere. A spiegarlo chiaramente è Dani Sordo, dopo la speciale 7: «La strada è completamente distrutta e ci sono molte pietre ovunque. Latvala sta spingendo come un forsennato? Il mio piano è di restar fuori dai guai». Come dire: i conti li faremo dopo 14 speciali.

    Guai che han continuato a tormentare Ostberg e Hirvonen nella speciale 8. Il primo ha rimediato una foratura sulla posteriore destra, mentre Hirvonen ha rotto il cerchio anteriore destro, rimediando un distacco di 48″ a fine prova.

    CLASSIFICA PROVVISORIA RALLY GRECIA 2013 – SS 10/14

    1. LATVALA – 2:32:42.8

    2. SORDO +1:04.1

    3. NEUVILLE +1:43.1

    4. AL ATTIYAH +3:46.1

    5. MIKKELSEN +4:11.8

    6. OSTBERG +5:26.3

    7. PROKOP +5:50.3

    8. HIRVONEN +7:52.2

    9. NOVIKOV +8:16.1

    10. OGIER +10:29.5

    Latvala scavalca Novikov

    I sogni di vittoria di Evgeny Novikov si sono sgonfiati come la la ruota che lo ha rallentato nella speciale numero 4. Il russo aveva inanellato un tris autorevole, vincendo tutte le speciali in programma, poi una foratura gli ha fatto perdere 4’30″, oltre alla leadership nella generale, passata a Latvala, cavallo su cui puntare in Volkswagen per la vittoria finale nel Rally di Grecia 2013. Il successo nella SS5 ha portato comunque un traguardo importante: è stata la 50ma speciale vinta dalla Polo R Wrc su 95 disputate da inizio anno.

    Il finlandese deve guardarsi dalle insidie delle rocce e dalla Citroen di Dani Sordo, distanziato di soli 18 secondi dopo sette speciali. «Sembra che perdo tempo nelle curve lente, sto provando a capire il perché e sarà utile per altri rally duri come in Sardegna».

    Da raccontare è la speciale 5 di Kefalari per Andreas Mikkelsen: «Abbiamo perso i freni dopo circa 3 chilometri: premevo il pedale e andava sul fondo. Dopo 12-13 chilometri sono tornati un po’ ma poi di nuovo il pedale andava a fondo. Non so cosa sia successo ma è impossibile guidare così».

    Le buone prestazioni di Ogier non gli consentono comunque di recuperare i 10 minuti che si porta sul groppone dopo i problemi di pressione alla pompa del carburante avuti nella prima speciale ieri. Da segnalare il risultato di Robert Kubica, in testa tra le Wrc2 e nella top ten assoluta: se non andrà a sbattere come troppo spesso gli è capitato quando era al comando, sarà un gran risultato per il polacco, considerando la scarsa esperienza su terra.

    Al pomeriggio si ripeteranno le speciali del mattino, con un occhio particolare al fondo, rovinato e con pietre in traiettoria: la foratura è dietro l’angolo.

    CLASSIFICA PROVVISORIA RALLY GRECIA 2013 – SS7/14

    1. LATVALA – 1:42:15.5

    2. SORDO +18.7

    3. NEUVILLE +1:10.8

    4. AL ATTIYAH +2:54.4

    5. MIKKELSEN +3:15.7

    6. PROKOP +4:13.9

    7. OSTBERG +4:48.6

    8. HIRVONEN +6:29.9

    9. AL QASSIMI +6:49.8

    10. KUBICA (WRC2)+7:26.3

    11. NOVIKOV +7:57.2

    12. PROTASOV (WRC2) +9:04.8

    13. AL-KUWARI (WRC2) +9:10.7

    14. AKSA (WRC2) +10:03.8

    15. OGIER +10:22.5

    Quanti big fa fuori la SS1!

    E’ bastata una sola prova speciale del Rally di Grecia 2013 per sconvolgere i rapporti di forza per come li aveva tracciati la qualifica. Ogier? Parcheggiato a bordo strada. Hirvonen? Lascia sul campo sei minuti. Ostberg? Perseguitato dalla sfortuna. Chi resta a galla? Evgeny Novikov, tipo da tenere d’occhio perché assai consistente con la Ford Fiesta RS negli appuntamenti finora corsi.

    Vince la SS1 Kineta–Pissia, oltre 47 chilometri per la prova più lunga dell’Acropoli: «Dovevo spingere, è ancora solo la prima speciale e devo ancora andare al massimo», commenta il russo che si è tenuto dietro Dani Sordo (+20″3) e Jari Matti Latvala (+36″3) – colpito da noie al freno a mano

    E il Sebastien di Wolfsburg? Si è fermato dopo 22 chilometri con problemi di pressione alla pompa del carburante, ripartirà domani nel Rally2 con 10 minuti di ritardo. Hirvonen era l’avversario che avrebbe dovuto approfittare dei problemi della Polo R Wrc, ma a sua volta ha scontato un guasto alla scatola dello sterzo: «Quando giravo le ruote, passava molto tempo prima che accadesse qualcosa, a volte mi son dovuto fermare e tornare indietro». Ma chi più di tutti è bersagliato dalla sfortuna è Mads Ostberg. Il norvegese paga sempre l’affidabilità della Fiesta RS, questa volta rimasta su tre ruote. «All’inizio della speciale siamo passati spesso dal cemento alla terza e ogni volta che la superficie cambiava passavamo sopra un gradino. Stavo affrontando una curva e passando su un gradino la ruota si è sfilata. Nessun danno a sospensioni o sterzo, l’unica cosa rimasta sul mozzo anteriore sinistro era il dado» , ha spiegato Ostberg

    CLASSIFICA PROVVISORIA RALLY GRECIA 2013 – SS1/14

    1. NOVIKOV – 32:58.6

    2. SORDO +20.6

    3. LATVALA +36.3

    4. NEUVILLE +38.3

    5. MIKKELSEN +54.4

    6. AL ATTIYAH +57.5

    7. PROKOP +1:34.3

    8. AL QASSIMI +2:13.3

    9. KUBICA (WRC2 )+2:51.6

    10. PROTASOV (WRC2) +3:12.1

    11. OSTBERG +3:16.0

    Le qualifiche

    Sarà Sebastien Ogier il primo a scegliere la posizione di partenza nella speciale inaugurale del Rally di Grecia 2013. Nelle qualifiche dell’Acropoli ha strappato il miglior tempo davanti a Dani Sordo (Citroen), staccandolo di 1.1 secondi. Terza la Ford Fiesta RS del belga Neuville, a 1 decimo da Sordo, poi Ostberg, Mikkelsen.

    «Sono contento di tutto, devo controllare prima il passo degli altri piloti per scegliere la posizione di partenza», ha commentato Ogier.

    Posizione di partenza fondamentale, perché dopo le ricognizioni si è visto come lo sterrato sia piuttosto morbido e con tante pietre a minacciare forature e portate in traiettoria dai tagli. Tanto più al secondo passaggio, nella speciale numero 2, di fatto su una parte della SS1 Kineta–Pissia.

    In casa Citroen, sensazioni positive per Sordo: «Bene il tempo, ma in confronto a Ogier… è molto veloce. La qualifica è importante, sono contento del feeling con la macchina». Meno a proprio agio è Hirvonen, ottavo a 2.7 secondi. Annunciato tra i protagonisti, Ostberg ha concluso la qualifica con un guaio tecnico: ammortizzatore posteriore fuori uso. «C’erano grossi solchi, la macchina è andata bene, spero tutto continui così».

    Alle 18:00 il via alla prima prova speciale. Ogier partirà per 11mo, dopo Sordo, Novikov, Neuville (ottavo), Ostberg, Al Attyah, Hirvonen (quinto), Latvala quarto, Mikkelsen, Prokop e Al Qassimi, primo.

    Anteprima Rally Grecia

    Il programma del rally

    Hirvonen Rally Grecia Acropoli

    Era semplicemente l’Acropoli, nel 1973 quando si affrontarono gli sterrati greci nel mondiale rally. Da allora, l’appuntamento ellenico è diventato altra cosa, meno estremo ma pur sempre contrassegnato da elementi chiave: temperature roventi, sterrati dissestati e rocciosi. Un banco di prova esigente, il più duro della stagione. Questa la palma che viene riconosciuta dai team che si apprestano a dar vita al sesto appuntamento del mondiale.

    Si parte venerdì, con un programma concentrato in tre giorni: qualifiche al mattino, prima speciale al tardo pomeriggio: sarà la più lunga del rally, da Kineta a Pissia per 47,70 chilometri.

    Poi la seconda prova di 26 chilometri, per avere un primo quadro generale e riprendere le ostilità al sabato, quando ad attendere gli equipaggi saranno otto speciali, sulle 14 complessive. E’ un rally di Grecia 2013 più corto rispetto al 2012, 100 chilometri in meno.

    Si va verso il giro di boa del campionato con Sebastien Ogier leader incontrastato nella classifica piloti. In Argentina ha dovuto cedere il gradino più alto del podio a Loeb e non se lo ritroverà tra i piedi fino al Rally d’Alsazia. Il francese della Volkswagen ha vinto in Grecia nel 2011, mentre lo scorso anno ha affrontato la tappa del mondiale con la Skoda Fabia S2000. «Il secondo posto del 2009 in particolare avrà sempre un posto speciale nel mio cuore, perché può definirsi la mia irruzione nel mondiale Wrc. Il rally di Grecia è uno dei più difficili e duri di tutto l’anno, quando abbiamo fatto i test dopo il rally d’Argentina, abbiamo simulato le tipiche condizioni per capire dove potevamo migliorare la Polo R», dice Ogier.

    In Argentina la vittoria di Loeb non lo ha disturbato poi troppo in ottica campionato, perché ormai è quello l’obiettivo da curare: «Ovviamente mi piacerebbe vincere ogni rally, ma dobbiamo pensare anche al campionato. Vista la nostra leadership in entrambe le classifiche, non siamo costretti a tutti i costi a vincere. Sarà abbastanza se metteremo da parte punti con regolarità».

    Quella regolarità mancata completamente a Mads Ostberg, apparso in più di un’occasione come reale minaccia per Ogier. Sarà da tenere d’occhio la Ford RS sullo sterrato dell’Acropoli.

    E in casa Citroen? Hirvonen riuscirà a replicare il successo di Loeb nell’ultimo appuntamento? Avrebbe del miracoloso. «Stiamo lavorando per migliorare la macchina, abbiamo fatto un test breve, specifico, quando siamo arrivati in Grecia. Spero la fortuna sia dalla nostra parte per ottenere un’altra vittoria». L’altra DS3 Wrc sarà quella di Dani Sordo, assente negli ultimi due anni: «Mi piace molto questo rally, ti serve un po’ di fortuna per ottenere un buon risultato e la chiave sarà la gestione delle gomme, evitando forature. Le strade danno un buon livello di aderenza, sono quelle condizioni che preferisco e spero di riscoprire le stesse prestazioni del Portogallo».

    Programma Rally di Grecia 2013

    Venerdì 31 maggio

    SS1 Kineta–Pissia – 47,70 km – partenza prima macchina alle 18:28

    SS2 Kineta – 26,05 km – partenza prima macchina alle 21:26

    Sabato 1 giugno

    SS3 Klenia-Mycenae 1 17,41 km – partenza prima macchina alle 08:23

    SS4 Ghymno 1 – 17,61 km

    SS5 Kefalari 1 – 18,40 km

    SS6 Ziria 1 – 21,36 km

    SS7 Klenia Mycenae 2 – 17,41 km – partenza prima macchina alle 15:10

    SS8 Ghymno 2 – 17,61 km

    SS9 Kefalari 2 – 18,40 km

    SS10 Ziria 2 – 21,36 km

    Domenica 2 giugno

    SS11 Pissia 1 – 11,47 km – partenza prima macchina alle 10:23

    SS12 Loutraki 1 – 30,14 km

    SS13 Pissia 2 – 11,47 km – partenza prima macchina alle 13:37

    SS14 Loutraki 2 – 30,14 km (Power Stage)