WRC Rally Svezia 2018: Citroen sul podio con Breen/Martin

Il Rally di Svezia 2018 del WRC è risultato terreno per il miglior risultato in carriera di Craig Breen nel WRC: secondo assoluto

da , il

    WRC Rally Svezia 2018: Citroen sul podio con Breen/Martin

    Siamo arrivati alla fine anche di questo Rally di Svezia 2018, seconda tappa del calendario WRC 2018. Lungo le strade ghiacciate ed innevate, unica tappa della stagione ad avere la più alta probabilità di incontrare queste condizioni così insidiose, la Citroen C3 WRC di Craig Breen e Scott Martin è riuscita a farsi valere ed a portare così il suo equipaggio sul podio, in seconda posizione e dietro solo a Neuville.

    Un centro notevole quello segnato dal duo Breen/Martin su Citroen C3 WRC del team Citroen Total Abu Dhabi WRT durante il Rally di Svezia 2018. Un secondo posto assoluto che non solo fa ben sperare sulla possibilità che pilota e navigatore comincino a prendere seriamente confidenza con l’auto, ma che riporta il team sul podio di questa tappa del mondiale WRC dal lontano 2014.

    Le condizioni durante tutto lo svolgimento della gara non sono state delle migliori, soprattutto durante il mattino dell’ultimo giorno, con la neve fresca caduta e le strade che avrebbero presentato delle notevoli insidie. Durante le tre prove speciali finali il pilota motorizzato con Citroen C3 WRC ha dimostrato sia la sua abilità sia i progressi fatti dalla vettura rispetto lo scorso anno, con un vantaggio accumulato sempre crescente e gli ultimi chilometri percorsi in sicurezza.

    A fare da spalla al risultato di Breen c’è stato poi quello di Ostberg, sesto assoluto, mentre il risultato di Meeke non è stato soddisfacente: in compenso ha guadagnato chilometri sulla propria auto così da poter imparare a sfruttarla al meglio.

    WRC Rally Svezia 2018: anteprima

    WRC Citroen 2018 Rally di Svezia

    Siamo particolarmente vicini alla seconda tappa del Campionato WRC 2018, il Rally di Svezia. Questo appuntamento metterà a dura prova non solo le auto ma soprattutto gli equipaggi, in un mix di bravura e fortuna alla quale dovranno affidarsi sulle strade ghiacciate previste per la competizione. Essendo storicamente avvantaggiati i piloti nordici, da sempre abituati a queste condizioni, il team Citroën Total Abu Dhabi WRT farà affidamento anche su Mads Ostberg, al fianco di Kris Meeke e Craig Breen, piloti ufficiali. Si parte dal 15 febbraio e si concluderà il tutto il 18 febbraio.

    Ghiaccio e neve sono probabilmente una della condizioni meno facili da affrontare durante un rally. Il Rally di Svezia, seconda tappa del calendario WRC 2018, è tutto da correre in queste precarie condizioni di aderenza. Saranno 314.25 i chilometri di Prove Speciali che gli equipaggi dovranno percorrere per primeggiare contro gli avversari, suddivisi in un totale di 19 prove con quasi un quarto delle strade diverse rispetto l’anno scorso, fattore che potrà mischiare le carte in tavola. C’è poi la questione gomme chiodate, poichè gli equipaggi dovranno essere bravi a omologare ed uniformare l’usura dei 384 chiodi presenti su ogni gomma: sarà necessario per evitare di scomporre e scompensare l’assetto della vettura, oltre a garantire il giusto grip per tutta la durata dell’evento.

    Chiaro che per i piloti cresciuti una vita intera a combattere contro le insidie di neve e ghiaccio risulti più naturale guidare in queste condizioni, tanto che hanno quasi sempre condizionato in modo importante i podi di questi rally. Ci sono state poche eccesioni in merito, una di queste – la prima registrata – è stata a bordo della Citroen Xsara WRC guidata da Loeb/Elena nel 2004. Ma per cercare comunque di portare acqua al proprio mulino il team Citroën Total Abu Dhabi WRT ha deciso di schierare anche il pilota Ostberg per avere più chance di vittoria.