WTCC Porto 2013: Muller e Nash sono i vincitori del weekend [FOTO]

da , il

    Il ricco weekend di Motorsport ha offerto anche la 13ma e 14ma gara del Mondiale WTCC 2013. Vincono Muller e Nash, entrambi partiti dalla pole position. Le Chevrolet ne hanno di più e dominano. La Seat, soprattutto di Huff tiene, mentre la Honda di Tarquini abbrustolisce in gara-1, mentre in gara-2 arriva ultimo. Ma passiamo subito ad analizzare entrambe le corse.

    Guarda anche:

    Gara-1: ennesima vittoria di Muller

    Pronti via e i due della RML partono senza ostacolarsi, mentre dietro Nykjaer mantiene la terza posizione, Tarquini sale quarto e Michelisz perde posizioni pure su Pepe Oriola passato anche lui alla Chevrolet. I primi quattro scappano e mentre il giovano Oriola arranca. Tarquini è aggressivo su Nykjaer e prova a passarlo ma senza successo. Dietro invece Michelisz picchia contro il muretto del circuito cittadino e si ritira. I primi 5 vanno via a trenino lungo gran parte della gara fino al giro 8, quando dalla Honda Civic di Tarquini inizia ad uscire tantissimo fumo bianco inequivocabile che lo porta al ritiro. Oriola sale quarto, mentre al giro dopo succede la scena da cartoni animati: viene mandato in pista il pick-up per ritirare la vettura di Tarquini ed Engstler la tampona in pieno. Sempre su quel rettilineo Fredy Barth va in testacoda e si ferma in mezzo alla pista. Deve per forza entrare la Safety Car, facendo ricompattare il gruppo. Riparte la gara quando manca solo un giro: vince Muller, alla quinta stagionale, davanti a Chilton e Nykjaer, poi Oriola e Huff.

    Gara-2: Nash vince in solitaria

    Gara-2 parte con la pole di Nash, secondo Basseng e poi Huff. Muller è decimo al fianco di Chilton nono. Tarquini parte dal fondo dello schieramento, in quanto i meccanici della Honda non sono riusciti naturalmente a mettere a posto la sua vettura nei 15 minuti a disposizione. Michelisz invece non prende nemmeno il via. La gara parte e Huff passa secondo superando Basseng, mentre da dietro Muller, ma soprattutto Pepe Oriola iniziano a recuperare. Il giovane spagnolo si porta sesto, mentre Muller è settimo. Anche Nykjaer risale fino al podio, superando prima Thompson e poi Basseng. Oriola va fortissimo e finisce dietro il norvegese. Finisce così, con la vittoria semplice di Nash, poi Huff e Nykjaer. In classifica Muller ormai ha un vantaggio devastante, il suo più vicino inseguitore è proprio Nykjaer. Il WTCC va in pausa estiva, ci si rivede il 4 agosto in Argentina.

    La Pole di sabato

    Nessuna sorpresa nel WTCC. A Porto sua maestà Yvan Muller si porta a casa la Pole Position nel settimo weekend stagionale. Il francese ottiene il best lap nel primo tentativo della Q2, piazzandosi davanti al compagno di squadra Tom Chilton, staccato di quasi due decimi. Il dominio della casa americana si estende anche al terzo posto, dove partirà l’ottimo Nykyaer. La prima non Cruze è la Honda di Michelisz, staccato di oltre 6 decimi da Muller. Poi il vuoto.

    La sorpresa della giornata però è senza dubbio James Thompson. L’inglese porta la sua Lada in quinta posizione, ottenendo la miglior qualifica stagionale. Sesto invece Gabriele Tarquini, che precede il Campione del Mondo 2012 Rob Huff, Basseng e Nash. Al decimo posto Tom Coronel, che partirà in pole in Gara-2. L’appuntamento per le gare è per domani, con un calendario alquanto atipico per il tanto motorsport che ci sarà domani. Si parte alle 12.20 con la prima corsa, ben 5 ore dopo ci sarà gara-2

    LA PREVIEW DEL WEEKEND

    La bomba Sebastien Loeb ha scombussolato l’ambiente del WTCC. Un campionato che stava vacillando, anche per l’uscita di scena della BMW, ma invece acquisisce nuova linfa e tanto interesse con l’arrivo del rallysta più forte di tutti i tempi, e con l’appoggio ufficiale della casa francese. Ma il WTCC non è solo questo, e nel weekend ritorna il campionato dopo le due gare di Mosca, che hanno visto le “solite” vittorie delle Chevrolet.

    Nykjaer e Muller sono stati i dominatori delle ultime corse, con il francese assoluto leader stagionale. Tutto il gruppo della casa americana parte con ben 40 kg di zavorra, ma partono lo stesso con i favori del pronostico. Ad allargare la famiglia Chevrolet c’è il neo arrivato Pepe Oriola, che abbandona la Seat per passare ad una macchina al momento di gran lunga più performante.

    Tarquini, dopo un brillante inizio di stagione, sta accusando il colpo, soprattutto un calo di competitività della sua Honda. Il compagno Monteiro invece è chiamato al riscatto sul circuito di casa dopo una parte di stagione tutt’altro che positiva.

    APPUNTAMENTI DEL WEEKEND

    Sabato mattina le prove libere utili a rifinire l’assetto in vista delle qualifiche, che scatteranno alle ore 15. Domenica mattina il warm up di 15′ e poco dopo il via di Gara 1, alle ore 11.20 ora locale; alle 17.05 il via di Gara 2, entrambe sulla distanza di 11 giri