Yamaha: il Team Tech 3 punta tutto su Ben Spies

A Monster Yamaha Tech 3 Team possono dirsi soddisfatti della stagione 2009 della MotoGP

da , il

    A Monster Yamaha Tech 3 Team possono dirsi soddisfatti della stagione 2009 della MotoGP: il quinto posto in classifica generale piloti dell’americano Colin Edwards (arrivato dopo solamente ai “Fantastici Quattro”) e la quarta posizione conquistata nella classifica dei team (alle spalle di Fiat Yamaha, Honda Repsol e Ducati Marlboro) lanciano la scuderia di Herve Poncharal tra i “top team” della classe regina (peccato solo per l’annata in chiaroscuro di James Toseland).

    E nel 2010 l’arrivo di Ben Spies – probabilmente il rookie più forte del prossimo Campionato del Mondo MotoGP – fa ben sperare per un’altra stagione ad alti livelli.

    È stata in generale un’ottima stagione,” ha dichiarato Poncharal, “In pratica siamo stati i migliori eccezion fatta per i top four, che sono intoccabili!

    Una stagione quasi perfetta, a parte la “grana” Toseland, mal visto dal compagno di squadra e alla fine “relegato” nel Campionato del Mondo Superbike, dove ha preso il posto di Ben Spies.

    Siamo ovviamente tristi di dover chiudere la nostra collaborazione con James Toseland di cui ricordiamo grandi momenti come il GP d’esordio,” ha commentato il manager francese “Sono stati due anni di alti e bassi, ma spero che questa esperienza con noi possa aiutarlo ad essere ancora più forte nelle prossime sfide. Il prossimo anno avremo con noi Ben Spies e sarà il primo team completamente texano in MotoGP. Una squadra che a Valencia, con diversi colori ha già lavorato molto bene.”

    E per il 2010 Poncharal sfoggia ambizioni mica da poco…: “Non so se potremo essere ancora più forti di questa stagione, ma ovviamente ci proveremo. Il minimo sarà ripetere il 2009 e la speranza e il sogno rimane la vittoria in MotoGP.

    Sogno, per l’appunto: Ben Spies è fortissimo, ma difficilmente riuscirà strappare il titolo a Valentino Rossi già al suo primo anno nel Motomondiale.