Monoposto moderne con livree del passato (Foto)

1 di 8
    continua
    https://derapate.allaguida.it/foto/monoposto-moderne-con-livree-del-passato_2827.html
    Williams Camel
    Williams Camel. Erano meglio le livree delle monoposto un tempo o quelle odierne? Per dare un'idea di come sarebbero le F1 del 2013 con i colori del passato c'è chi si è cimentato in un simpatico mix. Escape Artist Design propone 8 monoposto con le caratteristiche tecniche moderne: muso alto, appendici aerodinamiche, scarichi Coanda e turning vanes, tutti dispositivi sconosciuti quando sui circuiti giravano Mansell e Patrese con la FW14, o la McLaren motorizzata Honda, la MP4/4. Figurarsi con la Lotus 49 di sir Colin Chapman, anno 1967, con Jim Clark e Graham Hill al volante. Spazio anche per l'interpretazione della Brabham del 1974 progettata da Gordon Murraye la Hesketh 308B di primi anni Settanta, oltre alle "recenti" Benetton B192 e Jordan EJ11. A voler cercare le differenze, basta confrontare i pochi sponsor della Lotus 49 con il calibro dei piloti che la guidavano, mentre oggi se gli sponsor sono pochi si naviga nelle retrovie con paracarri che pagano per guidare e tenere in vita le scuderie.

    Williams Camel

    Erano meglio le livree delle monoposto un tempo o quelle odierne? Per dare un'idea di come sarebbero le F1 del 2013 con i colori del passato c'è chi si è cimentato in un simpatico mix. Escape Artist Design propone 8 monoposto con le caratteristiche tecniche moderne: muso alto, appendici aerodinamiche, scarichi Coanda e turning vanes, tutti dispositivi sconosciuti quando sui circuiti giravano Mansell e Patrese con la FW14, o la McLaren motorizzata Honda, la MP4/4. Figurarsi con la Lotus 49 di sir Colin Chapman, anno 1967, con Jim Clark e Graham Hill al volante. Spazio anche per l'interpretazione della Brabham del 1974 progettata da Gordon Murraye la Hesketh 308B di primi anni Settanta, oltre alle "recenti" Benetton B192 e Jordan EJ11. A voler cercare le differenze, basta confrontare i pochi sponsor della Lotus 49 con il calibro dei piloti che la guidavano, mentre oggi se gli sponsor sono pochi si naviga nelle retrovie con paracarri che pagano per guidare e tenere in vita le scuderie.

    Erano meglio le livree delle monoposto un tempo o quelle odierne? Per dare un'idea di come sarebbero le F1 del 2013 con i colori del passato c'è chi si è cimentato in un simpatico mix. Escape Artist Design propone 8 monoposto con le caratteristiche tecniche moderne: muso alto, appendici aerodinamiche, scarichi Coanda e turning vanes, tutti dispositivi sconosciuti quando sui circuiti giravano Mansell e Patrese con la FW14, o la McLaren motorizzata Honda, la MP4/4. Figurarsi con la Lotus 49 di sir Colin Chapman, anno 1967, con Jim Clark e Graham Hill al volante. Spazio anche per l'interpretazione della Brabham del 1974 progettata da Gordon Murraye la Hesketh 308B di primi anni Settanta, oltre alle "recenti" Benetton B192 e Jordan EJ11. A voler cercare le differenze, basta confrontare i pochi sponsor della Lotus 49 con il calibro dei piloti che la guidavano, mentre oggi se gli sponsor sono pochi si naviga nelle retrovie con paracarri che pagano per guidare e tenere in vita le scuderie.

    Benetton B192

    Benetton B192

    Brabham Bt44B

    Brabham Bt44B

    Hesketh 308B

    Hesketh 308B

    Jordan EJ11

    Jordan EJ11

    Lotus 49

    Lotus 49

    Marlboro Mclaren

    Marlboro Mclaren

    Tyrrel Ford

    Tyrrel Ford