Alex Zanardi, l’epilogo lascia i fan in lacrime: cosa è successo

Alex Zanardi è amatissimo dagli appassionati di sport, l’ultimo aggiornamento che lo riguarda ha fatto commuovere tutti.

Entrare nel cuore degli appassionati di sport in modo trasversale non è semplice, soprattutto perché a volte ci si lascia condizionare da antipatie e simpatie, ma le eccezioni non mancano. Una di queste è rappresentata certamente da Alex Zanardi, uno che si è fatto apprezzare nel corso degli anni per la sua capacità di non mollare mai nemmeno di fronte alle realtà che si possono avere nella vita.

E lui ne ha avute due che lo hanno condizionato non poco e che hanno cambiato per sempre la sua quotidianità, nonostante questo non si è fatto mai abbattere. L’ex pilota, infatti, è stato vittima i un terribile incidente quando ancora militava in Formula Uno, dove ha subito l’amputazione delle gambe, tre anni fa, invece, è stato investito mentre si stava allenando in handbike, da allora la famiglia si è stretta attorno a lui e lascia trapelare davvero pochissimo sulle sue condizioni.

Alex Zanardi: l’ultima novità fa commuovere

La famiglia di Alex Zanardi sa bene quante persone amino lo sfortunato sportivo, ma ha scelto di avere un comportamento simile a quello tenuto dai parenti più stretti di Michael Schumacher, senza dare alcun aggiornamento preciso sulle sue condizioni. Questo non intacca minimamente la volontà di poter ricevere finalmente delle novità positive, anche se non ci sono certezze se questo potrà accadere.

L’ex pilota si è sempre impegnato attivamente con progetti a cui tiene e in cui si riconosce, come accaduto con Obiettivo 3, l’associazione sportiva che vede coinvolti diversi atleti paraolimpici e che lui stesso ha fondato, ma che ora inevitabilmente potrà seguire solo da lontano.

Alex Zanardi novità obiettivo 3
“Obiettivo 3” è uno dei grandi progetti portati avanti da Alex – Foto. ANSA – Derapate.allaguida.it

Alcuni di loro hanno preso parte al Campo Sportivo di Sogliano al Rubicone alla festa dello sportObiettivo Passepartout – Lo Sport è per tutti”, dove si è cercato di portare avanti i valori a cui Alex crede e di cui si è fatto portavoce sin dall’inizio. Permettere a chi è affetto da disabilità di fare attività sportiva può essere davvero importante, non solo a livell fisico, ma anche perché questo favorisce l’inclusione, concetto che resta davvero fondamentale.

Gli atleti hanno così avuto modo di portare le loro esperienze di vita agli studenti delle scuole primarie e secondarie dei Comuni di Sogliano al Rubicone, Borghi e Roncofreddo, generando notevole interesse ai ragazzi, che si sono evidentemente dimostrati sensibili al tema. Tutti i presenti si sono commossi, consapevoli di come la storia di Alex possa essere un esempio per tutti noi e spingerci a non mollare di fronte alle difficoltà, minori rispetto alle sue, che la vita ci mette davanti.

Impostazioni privacy