Bridgestone F1: 2009 all’insegna delle sorprese

Bridgestone Motorport ha comunicato le mescole che porterà in piste nelle prime 5 gare del mondiale di Formula 1 2009

da , il

    Al termine dei test di Jerez, la Bridgestone F1 fa sapere di aver individuato le mescole da portare in pista per le prime 5 gare del campionato mondiale di Formula 1 2009. E, grazie alle nuove regole, fa intravedere una stagione ricca di colpi di scena.

    NUOVA ERA. Dopo un duro digiuno di ben 11 anni in cui le F1 hanno calzato gomme scanalate, si torna se non all’antico, quantomeno al vecchio, con le fantastiche gomme slick! La Bridgestone vuole presentarsi all’appuntamento di Melbourne senza commettere errori per questo ha lavorato duramente a fianco dei team durante questi test invernali. Il risultato finale ha dato da 4 tipi di mescole (dure, medie, morbide e super morbide) due dei quali saranno di volta in volta scelti per le gare in calendario senza l’obbligo di contiguità. Insomma nei prossimi GP vedremmo, ad esempio, alternate gomme dure e gomme morbide anziché medie. Restano invariati, invece, gli pneumatici da bagnato.

    MASSIMO IMPEGNO. La sfida che hanno affrontato i nipponici è stata doppia. Da una parte dovevano capire quale tipo di grip era necessario per queste macchine completamente nuove. Dall’altra dovevano dare due opzioni ai team che abbiano tra loro un divario superiore a quello visto nel 2008 ma non troppo eccessivo.

    RICONOSCIMENTO. Dovendo obbligatoriamente rinunciare alla riga bianca nella scanalatura centrale, il riconoscimento della gomma di mescola più morbida è stato trovato segnando la spalla dello pneumatico, sia interna che esterna, con una striscia verde. Il colore non è casuale e riprende la campagna ambientalista voluta dalla FIA, Make Cars Green.

    HAMASHIMA. Il responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport ha dichiarato:“Abbiamo cambiato la nostra tipologia di fornitura ai team. Le due mescole portate in ogni weekend di gara non saranno piu’ contigue. Le mescole non varieranno solamente in termini di consistenza, ma anche in fase di utilizzo – ha spiegato Hamashima facendo intravedere quanto le strategie sulle gomme possano diventare protagoniste in questo 2009 – Abbiamo messo a disposizione uno pneumatico che si scalda rapidamente e consente di ottenere immediatamente un tempo sul giro veloce e un altro pneumatico che offre prestazioni molto consistenti e durevoli quando raggiunge la temperatura ottimale”. Un ulteriore grattacapo, quest’ultimo, con il quale i team – già alle prese con Kers, ali mobili, slick, limitazioni aerodinamiche e tagli al budget – avrebbero volentieri voluto non aver nulla a che fare. Uno spunto di interessa in più per gli appassionati che vorranno cogliere ogni sfumatura delle strategie messe in campo dalle squadre.

    ELENCO MESCOLE PER LE PRIME 5 GARE

    • Gran Premio d?Australia a Melbourne: Super Soft e Media
    • Gran Premio della Malesia a Sepang: Soft e Dura
    • Gran Premio di Cina a Shanghai: Super Soft e Media
    • Gran Premio del Bahrein a Sakhir: Super Soft e Media
    • Gran Premio di Spagna a Barcellona: Soft e Dura