Colin Edwards e l’elettronica: “mi ha allungato la carriera”

I controlli elettronici sulle moto hanno certamente migliorato la sicurezza dei piloti, anche se a discapito della spettacolo, e per alcuni sono stati un incentivo a proseguire la carriera su due ruote: è il caso dello statunitense Colin Edwards

da , il

    I controlli elettronici sulle moto hanno certamente migliorato la sicurezza dei piloti, anche se a discapito della spettacolo, e per alcuni sono stati un incentivo a proseguire la carriera su due ruote: è il caso dello statunitense Colin Edwards.

    Se è ancora in pista lo deve all’elettronica. Lo ha detto chiaramente Colin Edwards, il centauro texano della Yamaha Tech-3 che già in passato si era detto favorevole ai dispostivi elettronici in MotoGP: “Il mio piano era quello di farmi da parte, probabilmente tra i 32 e i 34 anni, ma le moto ora con tutta questa elettronica hanno esteso le carriere. Non si cade più e soprattutto non ci si fa male come dieci anni fa.

    Texas Tornado aveva quindi pensato di abbandonare le piste già da un pezzo (alcune voci invece riguardavano un suo possibile abbandono del campionato Moto GP per il ritorno alla Superbike, dove è stato campione del mondo nel 2000 e nel 2002) ma a quanto dice l’elettronica gli ha allungato la carriera.

    Sull’argomento si era già espresso anche l’australiano della Ducati, Casey Stoner: anche lui, pur non simpatizzando per l’elettronica (ha anche comunque facilitato la guida delle potenti moto da MotoGP), si era espresso favorevolmente nei confronti di alcuni dispositivi, come il “Traction Control”, il dispositivo introdotto con le MotoGP 800cc che riduce le cadute.

    E gli altri piloti cosa ne pensano? Forse qualcosa da recriminare ce l’ha Daniel Pedrosa, che tempo fa si è cappottato a causa del cattivo funzionamento di una delle centraline della sua moto.

    Di certo i dispositivi elettronici non potranno sostituire l’abilità tecniche e il talento dei singoli piloti, che continuano ad essere coloro che fanno la differenza anche nella gestione dei sistemi montati sulle loro motociclette.