Cristina del Basso: la tettona crea scompiglio

Cristina del Basso, tettona del Grande Fratello e protagonista nuda del calendario 2010 di Panorama, fa irruzione al Motor Show catalizzando l'attenzione dei passanti e del numeroso pubblico presente allo stand della trasmissione di Alessia Marcuzzi

da , il

    Cosa c’entra Cristina del Basso, la tettona supermaggiorata del Grande Fratello, con i motori? C’entra eccome. Una delle gnocche più cliccate e spiate della rete (Youtube docet) è andata alla 34a edizione del Motor Show di Bologna per farsi notare allo stand della trasmissione televisiva che l’ha resa celebre. E, grazie anche ad un calo dell’80% nelle presenza delle ragazze hostess, il suo seno rifatto ha obbligato i visitatori del week-end appena concluso a rifarsi gli occhi così. Quale migliore occasione, poi, per fare un po’ di promozione anche al nuovo Calendario 2010?

    CRISTINA DEL BASSO. Un detto popolare ricordava che “sotto la quarta non può essere vero amore”. Se si arriva alla sesta, fate voi. D’accordo i motori. Ma qui non stiamo parlando di marce. Cristina del Basso, in uscita con un Calendario 2010 dove appare bellamente nuda (vedi foto sotto), cavalca ancora l’onda del successo della passata edizione del Grande Fratello e approfitta dello stand (numero 31) della trasmissione presentata da Alessia Marcuzzi per concedersi un bagno di folla. I presenti parlano di tacco 13, top insufficiente a contenere il lavoro del chirurgo e buffet preso d’assalto. “E’ la prima volta che vengo al Motor Show – ha detto Cristina del Basso ai tanto curiosi presenti -, e pensare che avevo un fidanzato che lavorava nel settore, faceva il designer di auto. Litigavamo sempre: lui mi chiedeva di seguirlo, io non volevo che ci venisse neanche lui, perché temevo che fra tutte queste bellone mi mettesse le corna…”. Ciò appurato, il rapporto tra la tettona e le auto finisce qui:“Da quando sono a Milano, però, giro con la Smart dello sponsor, ma sono un disastro. Ho preso un sacco di multe e spesso ho litigato con muretti e paletti”. Certo. Da una che fatica a fare manovra anche con una scatoletta tipo la Smart, meglio buttarla in caciara e passare la palla ad Alfonso Signorini:“Preferisco stare a fianco: anzi, da come un uomo guida capisco tante cose anche relative all’intimità. Ecco, non amo né chi va a due all’ora, tipo processione, né chi corre troppo. Oddio, ora che l’ho detto mi spiego tante cose dei miei ex…”.

    Foto: mmedia.kataweb.it; gallery.panorama.it;