F1 2010: guida essenziale ai nuovi regolamenti

Piccola ma essenziale guida alla Formula 1 2010

da , il

    Tutti pronti per l’avvio della stagione 2010 di Formula 1? Credo proprio di sì. Anche stavolta l’attesa è stata lunga. Per rifare il punto della situazione abbiamo deciso di pubblicare una breve ma essenziale guida ai nuovi regolamenti. Si va dal maggior numero di squadre iscritte, al nuovo sistema di assegnazione dei punteggi che premia con 25 punti il vincitore della gara fino al divieto di rifornire, passando per alcune modifiche al format delle qualifiche ed arrivando a dettagli sicuramente meno appariscenti ma che potranno rivelarsi decisivi.

    QUALIFICHE F1. Con 24 auto in griglia, saranno eliminate dal Q1 e dal Q2 7 vetture. E’ il numero più alto della storia da quando è stato introdotto il sistema delle tre manche. Restano, infatti, confermate le sole 10 vetture nella terza sessione, quella che assegna la pole position. Nella Q3, inoltre, per la prima volta le monoposto gireranno a serbatoio scarichi. I primi 10 qualificati, però, dovranno usare le stesse gomme usate nel Q3 anche per il primo stint della gara. Su quest’ultima norma siamo molto scettici. Aumenterà sicuramente lo spettacolo ma penalizzerà il risultato sportivo. Va comunque detto che sono stati proprio i team a volerlo. Contenti loro.

    GRAN PREMIO F1. In gara sono stati aboliti i rifornimenti. Si parte con il quantitativo di carburante necessario a finire la gara. Questo significa che i piloti inizieranno la corsa con oltre 200 chilogrammi di benzina aggiuntiva. Per la prima volta dopo 16 anni, sarà di nuovo importante saper gestire la vettura, non solo spremerla come un limone dal primo all’ultimo giro. Così facendo, il governo della F1 spera di riportare lo spettacolo in pista e non solo nelle strategie di gara. In realtà, le tattiche resteranno. E come!

    PNEUMATICI. Tornando in tema di pneumatici, diminuisce il numero di set a disposizione da 14 a 11. Inoltre, per incoraggiare i piloti a girare anche nelle prove libere del venerdì, i team sono costretti a restituire un set di gomme prima della seconda sessione di libere e due set prima della terza.

    CAMPIONATO. Cambia il sistema di punteggi. Vengono premiati i primi 10 classificati con il seguente bottino: 25-18-15-12-10-8-6-4-2-1. Prima i punti andavano solo ai primi 8 con scarti minori tra primo, secondo e terzo: 10-8-6-5-4-3-2-1. In questo modo si è voluto premiare maggiormente la vittoria e dare un riconoscimento anche ad altri piazzamenti in virtù dell’allargamento della griglia di partenza da 20 a 24 squadre (doveva essere addirittura 26).

    MONOPOSTO F1. Le vetture cambiano soprattutto a causa del divieto di rifornire che ha obbligato gli ingegneri a trovare lo spazio per un serbatoio di dimensioni doppie. Gli pneumatici anteriori, inoltre, sono stati ridotti nella larghezza a seguito del ritorno nel 2009 alle gomme slick. Rimuovendo le scanalature, c’è stato bisogno di ridefinire la dimensione delle gomme anteriori per rendere l’auto più bilanciata.

    ALTRI CAMBIAMENTI. E’ stato tolto il sistema KERS, grande protagonista nelle discussioni di 12 mesi fa. Il suo, però, pare un arrivederci più che un addio. Il suo utilizzo resta legale ma i team si sono messi d’accordo, per il momento, nel non utilizzarlo. Le termocoperte per riscaldare gli pneumatici sono rimaste (inizialmente dovevano essere vietate) ma ne è stata ridotta l’efficacia. Il doppio diffusore resta ma sarà vietato sicuramente dal 2011.