F1 2010: Schumacher tiene d’occhio la McLaren

Michael Schumacher tiene gli occhi ben aperti

da , il

    Michael Schumacher ne è convinto. E se è il 7 volte campione del mondo a parlare, forse qualcosa di vero c’è. Il pilota di Mercedes GP, tornato in F1 dopo 4 anni di assenza dalle competizioni, non ha dubbi su quale sarà il team da non perdere di vista al primo appuntamento del Mondiale 2010 di F1, in programma il 14 marzo in Bahrain. Dopo il dominio della McLaren nel corso degli ultimi test a Barcellona e Jerez, il pilota tedesco sa bene che il campione in carica Jenson Button e l’ex iridato Lewis Hamilton non sono degli avversari da sottovalutare.TEST BARCELLONA. Sul Circuit de Catalunya la McLaren si è piazzata nuovamente in cima alla vetta della classifica, lasciandosi alle spalle Red Bull, Ferrari, Force India e Mercedes. Schumacher ha concluso l’ultima giornata, al volante della sua nuova MGP-W01, in sesta posizione, girando in 1:20.745, mentre Hamilton ha firmato il nuovo record della pista, fermando il cronometro sull’1:20.472. “La McLaren è senza ombra di dubbio veloce”, ha commentato il pilota tedesco a fine test. ”Molto dipenderà da come le squadre si presenteranno alla gara d’apertura in Bahrain, e per saperlo dobbiamo comunque aspettare. Per quanto ci riguarda ci sono ancora alcuni miglioramenti da apportare prima del via, ma dal momento che non sappiamo quello che stanno facendo gli altri, non è possibile sapere se il nostro lavoro è sufficiente o meno. È come se tutto fosse ancora avvolto nel mistero…è comunque difficile leggere e capire “tra le righe”, visti gli elementi a disposizione.”

     SCHUMMY VS HAMILTON. Nella giornata di domenica Schumacher ed Hamilton sono stati protagonisti di una piccola “sfida” sul circuito spagnolo. Il pilota della Mercedes GP si è detto divertito da questa involontaria simulazione di un duello che a breve potrebbe diventare la realtà. “È stato interessante trovarci in una situazione di possibile sorpasso, ma ovviamente la cosa non era fattibile dal momento che eravamo in due momenti differenti della nostra prova. Ad un certo punto mi sono reso conto che stavo danneggiando un pò la mia performance, quindi gli ho semplicemente lasciato strada permettendogli di fare ciò che voleva, e continuando anche io a fare lo stesso.”

     MONDIALE 2010. In merito alla preparazione per il primo appuntamento a Sakhir, Schumacher si è detto tranquillo, dichiarando che lo spirito del team è buono e le cose cominciano decisamente ad andare nel verso giusto. “In generale siamo positivi. Il lavoro da fare è tanto e molto duro, ma sono davvero grato a tutti per l’impegno che ci stanno mettendo, in pista come “a casa”. Ora che i test sono terminati e rimangono 2 settimane di pausa da qui al via i team avranno finalmente modo di respirare un pò e riprendersi da un febbraio decisamente impegnativo…sicuramente il respiro sarà profondo ma non troppo lungo. Il semaforo verde sta per accendersi.