F1 2011, Renault: Petrov va o resta?

da , il

    F1 2011, Renault: Petrov va o resta?

    Vitaly Petrov sarà o non sarà pilota ufficiale della Renault anche nel 2011? Il ventiseienne russo, che ha esordito quest’anno con il team di Enstone, sembra non aver convinto a sufficienza la squadra francese, che ancora non ha ufficializzato l’ingaggio del giovane rookie anche per la prossima stagione. Petrov ha chiuso il 2010 al tredicesimo posto in classifica: quattro volte nella top ten, per un totale di ventisette punti, il pilota della Renault ha messo a segno il miglior risultato tra gli esordienti della stagione appena conclusa, ma il più delle volte ha passato più tempo ai box che in pista, sebbene nell’ultima gara ad Abu Dhabi abbia saputo tenere dietro un agguerritissimo Fernando Alonso, facendogli giocare il titolo iridato. Abbastanza per assicurarsi un sedile anche il prossimo anno?RENAULT F1. La FIA ha pubblicato l’entry list ufficiale dei team che prenderanno parte al mondiale 2011 di Formula1 e delle cinque squadre che ancora non risultano all’appello con la formazione completa, compare anche la Renault. Confermato il polacco Robert Kubica, ma al posto del nome del secondo pilota per ora compare ancora la sigla TBD. Vitaly Petrov dunque potrebbe non fare più parte del Circus a partire dalla prossima stagione, o almeno non con la Renault. Il rookie russo, vicecampione della GP2 nel 2009, è approdato in Formula1 grazie a una dote a più e più zeri ma, nonostante in molti abbiano esaltato il suo talento, non è riuscito a convincere pienamente il team francese.

    VITALY PETROV. Nel corso dell’anno Petrov è stato più volte richiamato all’ordine dalla sua squadra, che come obiettivo si era posto il superamento della Mercedes GP nei costruttori, ma dei 163 punti guadagnati, solo una piccola parte sono stati frutto delle performance del russo, che non è riuscito a tenere il passo del compagno di squadra Robert Kubica, spesso coprotagonista nelle prime file insieme ai campioni di questa stagione. E nonostante l’exploit nell’ultima gara ad Abu Dhabi, dove Petrov ha magistralmente tenuto dietro un Fernando Alonso indiavolato, i vertici della Renault sono ancora indecisi sul futuro del pilota di Vyborg. Il vero dilemma sarebbe tra la consistente dote di Petrov e il guadagno che invece si avrebbe con l’ingaggio di un pilota più esperto.

    GERARD LOPEZ. “Siamo un po’ delusi dai risultati di Vitaly nel corso della stagione”, ha fatto sapere Gerard Lopez, boss del team francese. “È un pilota debuttante e si è comportato bene in diverse occasioni, ha velocità ma non riesce a mettere insieme un weekend di gara in modo concreto. Ad Abu Dhabi ha dimostrato di avere le capacità, questo ci ha sorpreso molto e dato degli spunti di riflessione. È per questo che su di lui non abbiamo ancora fatto una scelta definitiva. Stiamo riconsiderando la sua posizione ma dovremo sederci a tavolino, guardarci negli occhi e capire se può ripetere quanto fatto nell’ultimo appuntamento per una stagione intera, libere, qualifiche e gara”.

    ROBERT KUBICA. E anche se dichiarato in modo più velato, anche il polacco, pilota titolare della Renault, è convinto che forse un driver più esperto potrebbe contribuire seriamente a un risultato migliore nel mondiale costruttori. “Sarà il team a decidere in merito al futuro del mio compagno di squadra, ma credo che un pilota debuttante garantisca un numero di punti minore rispetto a uno più esperto”.