F1 ad Abu Dhabi: Hamilton vuole vincere e Button tifa Red Bull

da , il

    F1 ad Abu Dhabi: Hamilton vuole vincere e Button tifa Red Bull

    Manca davvero pochissimo al via del gran premio di Abu Dhabi, ultima tappa di un’entusiasmante stagione 2010 di Formula1. Ed entusiasmante si preannuncia anche il finale, con quattro piloti ancora in lizza per il titolo iridato: Fernando Alonso, Mark Webber, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. E se il britannico della McLaren è quello con la strada più in salita, visto che per laurearsi campione del mondo avrebbe bisogno di un primo posto e di un pessimo piazzamento da parte dei rivali, Hamilton è fiducioso di poter centrare il gradino più alto del podio. Intanto, il compagno di squadra Jenson Button, fa il tifo per i colleghi della Red BullLEWIS HAMILTON. La McLaren difficilmente mostrerà lo stesso passo della Red Bull nel prossimo appuntamento di Abu Dhabi, eppure Lewis Hamilton crede che una vittoria nell’ultima gara della stagione non sia un obiettivo così irraggiungibile. Dopo il quarto posto messo a segno in Brasile, il pilota britannico ha perso terreno rispetto ai suoi rivali e ora si ritrova ad essere quello più in svantaggio nella corsa all’iride. Eppure Hamilton, pur consapevole che gli servirebbe un miracolo per portarsi a casa il suo secondo titolo mondiale, non intende mollare e confida ancora in un ultimo successo. “Personalmente non ho nulla da perdere, mentre gli avversari davanti a me sì…”, ha commentato Hamilton alla vigilia del gran premio di Abu Dhabi. “È vero che le loro vetture sono solitamente più veloci della mia, ma questo non significa che non possiamo combattere per la vittoria. Dobbiamo vincere, e questo rimane il mio obiettivo”.

    JENSON BUTTON. Non scommette invece sul proprio compagno di squadra l’ormai quasi ex campione del mondo, che per il rush finale punta tutto su un duello tra Mark Webber e Fernando Alonso. Secondo Button saranno infatti questi due a contendersi il titolo fino all’ultima curva. Meno chance quindi per l’altro pilota della Red Bull, Sebastian Vettel, e pochissime per il collega Hamilton. Il pilota britannico, che nel gran premio del Brasile ha dovuto definitivamente dire addio ai suoi sogni di gloria, ha fatto sapere di simpatizzare maggiormente per il team austriaco, promotore dell’assoluta parità di trattamento tra piloti: “Mi piace il modo con cui in Red Bull lasciano in lotta i loro piloti. Questo è il modo in cui dovrebbero essere gestite le corse. Si lotta fino in fondo per entrare in Formula1, per ottenere una buona macchina, per vincere le gare. Se si ha ancora una possibilità di vincere il campionato del mondo, si dovrebbero avere pari opportunità ed è bello vedere che hanno mantenuto le promesse”. E in caso di vincita del ferrarista Alonso, Button si domanda se la vittoria sarebbe meritata… Secondo il pilota della McLaren infatti, lo spagnolo farebbe meglio ad aggiudicarsi il titolo con un margine superiore ai sette punti, così da evitare di chiamare nuovamente in causa la vittoria “rubata” nel gran premio di Germania.