F1 in Belgio: disastro Alonso ma la Ferrari guarda avanti

Weekend da dimenticare per Fernando Alonso, Nel gran premio di Spa lo spagnolo della Ferrari è partito male, urtato da Barichello, e ha finito ancora peggio, questa volta per colpa sua, concludendo la gara a sette giri dalla fine per un errore sotto l'acqua

da , il

    F1 in Belgio: disastro Alonso ma la Ferrari guarda avanti

    Gran premio del Belgio da dimenticare per diversi big: Button, Vettel e Alonso, ma se il britannico della McLaren deve “ringraziare” il collega della Red Bull, per lo spagnolo della Ferrari è stata invece tutta farina del proprio sacco: penalizzato da un contatto con Barichello a inizio gara era poi riuscito a risalire nella top ten, ma a soli sette giri dalla fine, quando la pioggia ha cominciato a bagnare pesantemente buona parte del circuito, un errore non proprio perdonabile a un campione del mondo ha messo fine alla sua corsa, rallentando immancabilmente anche quella verso il titolo iridato.GP BELGIO F1. Amaro in bocca dunque ai box della Ferrari, anche se, in ottica mondiale almeno c’ha pensato Massa a portare a casa un po’ di punti validi per il campionato costruttori, chiudendo in quarta posizione. E nonostante l’ottimo inizio nelle libere del venerdì, la pioggia ha nuovamente beffato Fernando Alonso, che dopo il disastro nelle qualifiche del sabato in gara è stato nuovamente messo ko dal fattore meteo. Gara da dimenticare ma poco male, ne restano altre sei, e il pilota delle asturie non ha alcuna intenzione di chiamarsi fuori dai giochi.

    FERNANDO ALONSO. “Possiamo ancora farcela”, ha dichiarato Alonso, che ora si trova a 41 punti di distacco dal nuovo leader in classifica, Lewis Hamilton. “Ci sono ancora gli stessi cinque piloti di prima a combattere per il titolo e come prima abbiamo il cinquanta per cento delle possibilità di vincere il mondiale. Chi farà il lavoro migliore la spunterà sugli avversari. Questa era la prima gara dopo la pausa estiva: a noi è andata male e c’è invece chi ha fatto meglio. Quello che dobbiamo fare ora è recuperare il terreno perso qui a Spa nei sei restanti appuntamenti. Dopo il suo incidente, conseguenza della perdita di controllo della monoposto per aver toccato il cordolo all’uscita della curva Les Combes, Alonso ha comunque dichiarato di non aver alcuna intenzione di lasciarsi mettere in difficoltà in vista della gara di casa a Monza. “Solamente due dei cinque piloti in lotta per il titolo sono andati a punti a Spa, e nella prossima gara potrebbe accadere il contrario e potremmo ritrovarci di nuovo tutti vicinissimi”.

    STEFANO DOMENICALI. E nonostante il tentativo di Massa di salvare il salvabile la Ferrari ora si trova a ottanta punti di distacco dalla Red Bull, sempre al comando nei costruttori. Stefano Domenicali però, a fine gara ha fatto eco alle parole di Alonso, ricordando come nella stagione 2007 Kimi Raikkonen sia riuscito a laurearsi campione del mondo portando a casa nelle ultime due gare i 17 punti necessari a battere Lewis Hamilton. “Questo weekend non è andato bene per noi e la situazione, in entrambe le classifiche, è di certo più difficile, ma è ancora possibile centrare l’obiettivo”, ha dichiarato il team principal del cavallino. “Per chi avesse la memoria corda, voglio ricordare che tre anni fa la situazione era molto peggio e sappiamo tutti come è andata a finire”.

    Foto: AP/LaPresse