Fernando Alonso: il Nurburgring secondo me

Fernando Alonso e la Renault spiegano il circuito del Nurburgring dove si corre il Gran Premio di Germania edizione 2009

da , il

    Fernando Alonso non parla dei collegamenti con la Ferrari. Alla Renault, su quel fronte, le bocche sono cucite. Lo spagnolo preferisce concentrarsi sul prossimo appuntamento, spiegandoci i segreti dello storico tracciato che ospiterà il Gran Premio di Germania.

    FERNANDO ALONSO. Il tracciato del Nurburgring, profondamente rivisto rispetto alla sua versione storica, ha ancora la fama di essere un circuito completo che comprende curve veloci, curve lente, tornanti e chicane. La vettura di Formula 1 più equilibrata, quindi, sarà quella che riuscirà a trarre il massimo dalla pista dell’Eifel. “La chicane destra-sinistra alle curve 13 e 14 è il miglior luogo per tentare dei sorpassi - spiega Fernando AlonsoSe stai seguendo da vicino un’altra auto puoi prendere la scia e buttarti dentro”.“La parte iniziale tra le curve 1 e 4, invece, – prosegue lo spagnolo – non è molto emozionante per i piloti ma richiede molto tempo e questo significa che un errore lì può costare molto, soprattutto in qualifica. Dobbiamo essere precisi in frenata ed in grado di tenere l’auto sotto controllo in ogni momento”.

    CIRCUITO NURBURGRING. Il carico aerodinamico è notevole. E’ fondamentale, infatti, avere stabilità ed aderenza tra le tante curve veloci e le chicane. Altro parametro critico è la performance degli pneumatici: la Bridgestone ha portato mescole super-morbide e medie. Il compito dei team sarà quello di adattarle alla vettura tenendo in considerazione le variazioni climatiche e le basse temperature. Dal punto di vista dei freni, si registrano 4 frenate impegnative ma nulla che esuli dall’ordinario per questa componente della macchina. Anche il motore non è chiamato ad una sfida particolarmente dura con l’acceleratore a fondo per il 64% della percorrenza. I 500m di altezza sul livello del mare del circuito, però, ne riducono la potenza del 5% circa.

    JENSON BUTTON. Non solo Alonso. Il leader del mondiale ha voluto dire la sua sul Nurburgring. Circuito che lo vedrà obbligato a battere Sebastian Vettel ed il compagno Rubens Barrichello per non alimentare le speranze di rimonta degli unici due che paiono in grado di poter ancora tenere in bilico questo mondale 2009. “Si tratta di un tracciato con molte curve lente e di media velocita - spiega Jenson Button che confida nel lavoro di sviluppo fatto dal suo team a Brackley – Con una settimana extra di pausa, tutti in fabbrica e alla Mercedes hanno lavorato molto per preparare il GP di Germania per ottenere il miglior pacchetto per la gara. I nostri rivali sono piu’ vicini ma speriamo in una grande corsa per i tifosi”, ha concluso l’inglese.