Ferrari: Alonso ha meno paura!

Formula 1: Fernando Alonso commenta con ottimismo il risultato del Gran Premio del Canada

da , il

    Ferrari: Alonso ha meno paura!

    Il terzo posto nel Gran Premio del Canada ha tranquillizzato Fernando Alonso. Il pilota Ferrari ha meno paura di prima e comincia di nuovo a vedere possibile la conquista del titolo mondiale 2010. La Ferrari ha mostrato sul circuito di Montreal un buon potenziale e sembra poter uscire dal periodo difficile grazie ad un forsennato sviluppo che darà i primi frutti nel GP d’Europa a Valencia proprio davanti al pubblico del due volte iridato. “Bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno: chi avrebbe detto giovedì che avremmo accolto un piazzamento sul podio con insoddisfazione?”, ha sintetizzato così Alonso il buon momento.

    FERNANDO ALONSO. Tornato nella sua casa in Svizzera, Fernando Alonso ha raccontato di aver smaltito la delusione per la vittoria Ferrari sfumata in Canada con la soddisfazione di aver ritrovato una F10 competitiva ai massimi livelli. “Siamo tornati lì dove siamo stati praticamente in tutte le gare precedenti: l’unica eccezione è stata la Turchia dove, per vari motivi, abbiamo avuto un Gran Premio dove tutto è andato per il verso sbagliato” ha ricordato. “La normalità è quella di Montreal, di Monaco, di Melbourne, di Sakhir e di tutte le altre piste dove abbiamo sempre lottato per il podio - ha aggiunto Alonso gasato dalla lotta con Hamilton - Magari i risultati non sono sempre stati pari al potenziale a disposizione ma credo che questo possa essere valido per tutte le tre squadre di vertice”. Lo spagnolo ha fatto notare che nessuno dei rivali è stato esente da errori. Gli stessi errori che hanno condizionato il punteggio in classifica della Ferrari ma che la mettono comunque in piena lotta per il mondiale. Quanto al GP di Valencia, secondo l’asturiano va visto solo come la nona prova del mondiale e non come un’ultima spiaggia. Lì ci saranno aggiornamenti sulla F10, ma non saranno né gli unici né gli ultimi dell’estate.

    MOTORE FERRARI. La dolente nota del Canada per la Ferrari è in casa Sauber. De La Rosa ha concluso la corsa con l’ennesimo V8 arrosto. “Cinque problemi con il motore Ferrari in otto gare, è inaccettabile. A questo ritmo, avremo bisogno di più di otto motori per ogni pilota per la stagione. Abbiamo bisogno di una maggiore affidabilità”, ha tuonato Peter Sauber. Che i problemi siano delle unità prodotte a Maranello, però, è da escludere per la semplice ragione che la Toro Rosso viaggia senza rotture da inizio stagione. Probabilmente il nodo da sciogliere sta nella progettazione del telaio che mal si abbina al propulsore italiano. “La Ferrari ha risolto i suoi problemi con i motori, ma Sauber ha di nuovo avuto un cedimento. E’ un problema che verrà analizzato a fondo dal team. Due mesi fa vi era una ragione di base, ma ora è molto strano”, ha commentato il collaudatore della Rossa Marc Gené.