Formula 1 2009: team e piloti

La FIA ha diramato la lista ufficiale degli iscritti al mondiale di Formula 1 2009 con alcune novità

da , il

    Formula 1 2009: team e piloti
    Formula 1 2009: team e piloti

    A pochi giorni dall’avvio del mondiale 2009 di Formula 1 la FIA ha aggiornato la precedente lista ufficiale degli iscritti. Le modifiche riguardano l’inserimento della Brawn GP, di Sebastian Bourdais alla Toro Rosso e, soprattutto, il cambio di numero tra Felipe Massa e Kimi Raikkonen. Novità anche sul fronte superlicenza che, per la gioia dei piloti, vedrà un sensibile ritocco verso il basso del costo.

    LISTA UFFICIALE TEAM E PILOTI FORMULA 1 2009.

    1 Lewis HAMILTON (GB) VODAFONE McLAREN MERCEDES McLAREN MERCEDES

    2 Heikki KOVALAINEN (FIN) VODAFONE McLAREN MERCEDES McLAREN MERCEDES

    3 Felipe MASSA (BRA) SCUDERIA FERRARI MARLBORO FERRARI

    4 Kimi RÄIKKÖNEN (FIN) SCUDERIA FERRARI MARLBORO FERRARI

    5 Robert KUBICA (PL) BMW SAUBER F1 TEAM BMW SAUBER

    6 Nick HEIDFELD (D) BMW SAUBER F1 TEAM BMW SAUBER

    7 Fernando ALONSO (E) ING RENAULT F1 TEAM RENAULT

    8 Nelson PIQUET (BR) ING RENAULT F1 TEAM RENAULT

    9 Jarno TRULLI (I) PANASONIC TOYOTA RACING TOYOTA

    10 Timo GLOCK (D) PANASONIC TOYOTA RACING TOYOTA

    11 Sébastien BOURDAIS (F) SCUDERIA TORO ROSSO STR FERRARI

    12 Sébastien BUEMI (CH) SCUDERIA TORO ROSSO STR FERRARI

    14 Mark WEBBER (AUS) RED BULL RACING RBR RENAULT

    15 Sebastian VETTEL (D) RED BULL RACING RBR RENAULT

    16 Nico ROSBERG (D) AT&T WILLIAMS WILLIAMS TOYOTA

    17 Kazuki NAKAJIMA (J) AT&T WILLIAMS WILLIAMS TOYOTA

    18 Adrian SUTIL (D) FORCE INDIA F1 TEAM FORCE INDIA MERCEDES

    19 Giancarlo FISICHELLA (I) FORCE INDIA F1 TEAM FORCE INDIA MERCEDES

    20 Jenson BUTTON (GB) BRAWN GP FORMULA ONE TEAM BRAWN MERCEDES

    21 Rubens BARRICHELLO (BR) BRAWN GP FORMULA ONE TEAM BRAWN MERCEDES

    Alla fine l’ha spuntata Massa. Il brasiliano, rimasto vittima di alcuni ostacoli burocratici si era ritrovato con il numero 4 di virtuale seconda guida a favore di Kimi Raikkonen. Alla Ferrari hanno minimizzato la cosa spiegando, giustamente, che si tratta solo di un numero e che tutto era dipeso dal mancato aggiornamento di un comunicato risalente al 2007 quando Raikkonen stava davanti a Massa in virtù del miglior piazzamento nella stagione in corso (quella dove ha vinto il titolo). Per fare le cose precise, però, alla fine quelli di Maranello hanno chiesto la modifica alla FIA in quanto era più corretto che il numero più basso appartenesse al pilota che meglio si era classificato l’anno prima. Non hanno guardato alla classifica ma semmai all’età quelli della Brawn GP che, ripescati in extremis, hanno dato il numero 20 a Button ed il 21 a Barrichello. Il brasiliano, in realtà, aveva concluso la stagione con più punti grazie al podio di Silverstone ma quella prestazione non gli è bastata per togliersi di dosso l’ultimo numero disponibile. La Brawn, infatti, non avendo preso l’eredità della Honda sul fronte dei costruttori, sarà l’ultimo team della pit lane. Curiosamente, occuperà la stessa posizione che nel 2008 ha dato alla McLaren il titolo piloti con Hamilton.

    SUPERLICENZE. La Federazione ha reso noto, inoltre, che dal 2010 sarà ritoccato verso il basso il costo della superlicenza per i piloti di Formula 1. “Dopo un incontro molto positivo tra Max Mosley e i rappresentanti dell’Associazione dei piloti - se legge nel comunicato della Federazione – verrà presentata al Consiglio Mondiale un proposta per rivedere il prezzo delle superlicenze nel Mondiale 2010. Un prezzo ridotto sarebbe in linea con il rilevante abbassamento dei costi che verrà attuato nella prossima stagione” Ricordiamo che i piloti facenti parte della GPDA (Grand Prix Driver Association) capitanati da Fernando Alonso, si erano detto persino disposti a scioperare pur di far valere le loro ragioni. Attualmente la superlicenza ha un costo fisso di 10.400 euro maggiorato di 2100 euro per ogni punto conquistato. Tra Sutil ed Hamilton, cioè tra uno di quelli rimasi a zero punti ed il campione del mondo ci sono circa 200mila Euro di differenza!