Formula 1: Ferrari e McLaren, sviluppi feroci

Formula 1: Ferrari e McLaren fanno sapere che, arrivata la stagione nel suo momento cruciale, spingeranno molto forte sullo sviluppo per ottimizzare al meglio il loro potenziale e provare a mettere le mani sul mondiale

da , il

    Formula 1: Ferrari e McLaren, sviluppi feroci

    Ferrari e McLaren sanno meglio di qualunque altro team di Formula 1 cosa ci voglia per vincere i campionati. Nella F1 moderna non basta preparare nell’inverno una macchina superba. Occorre anche saperla sviluppare a dovere, in modo inesorabile e costante. Per questo motivo le due squadra preparano un ulteriore assalto alla Red Bull puntando su piani di sviluppo feroci che daranno i primi frutti nel prossimo GP d’Europa a Valencia e che proseguiranno per tutta l’estate. Proviamo a fare il punto tenendo d’occhio anche l’ambiziosa Mercedes GP.

    FERRARI. Degli sviluppi della Ferrari F10B abbiamo già parlato nei giorni scorsi. Al già noto, vale a dire al diverso disegno del retrotreno con tanto di scarichi bassi e geometria delle sospensioni modificata per aumentare il flusso d’aria sul diffusore, aggiungiamo che sono in programma una serie di aggiornamenti aerodinamici e meccanici anche per i Gran Premi successivi a quello di Valencia. Dopo aver sprecato energie sull’F-Duct, a Maranello hanno deciso di essere ancor più aggressivi con lo sviluppo di altre aree della monoposto. “Dobbiamo approcciarci allo sviluppo con un metodo più aggressivo. Era chiaro a tutti che ci siamo troppo concentrati sul sistema F-Duct e abbiamo tralasciato il resto. Da Valencia in avanti, a ogni gara, porteremo in pista aggiornamenti, dobbiamo recuperare sugli avversari”, ha detto Stefano Domenicali.

    MCLAREN. Raggiunta la vetta del mondale, la McLaren non ha nessuna intenzione di cullarsi sugli allori. “Siamo in una buona posizione ma la battaglia è serrata con quattro team in grado di vincere”, ha affermato Martin Whitmarsh definendo molto forte il ritorno dei rivali. “Abbiamo un programma di sviluppo che ci porterà a migliorare la nostra performance di due decimi circa al giro per ogni Gran Premio. Questo significa che in quattro gare potremmo essere più veloci di quasi un secondo – ha aggiunto il team principal McLaren - non vogliamo stare fermi. Avremo un grosso aggiornamento per Silverstone mentre a Valencia cercheremo di capitalizzare l’attuale vantaggio”, ha concluso. Secondo Withmarsh la Red Bull resta l’avversario più temibile semplicemente perché ha da inizio stagione il maggior potenziale sulla vettura. L’inglese, però, non dimentica ovviamente la Ferrari e tiene in considerazione anche la Mercedes che, tra le 4, resta quella più attardata. Ma solo al momento.

    MERCEDES GP. La Mercedes non si arrende. Ross Brawn ha reso noto che lo sviluppo sulla macchina 2010 proseguirà ancora sebbene Schumacher abbia chiesto al team di cominciare a focalizzare gli sforzi per l’auto del 2011. “Credo che tutti guardino alla nuova macchina adesso - ha detto Brawn – ma abbiamo anche molte nuove cose da provare su questa vettura per i prossimi GP. Solo fra un po’ ragioneremo su come comportarci nella seconda parte della stagione”.

    Foto: f1grandprix.it