Formula 1: Williams, il mix è servito

La Williams si presenta alla stagione 2010 di Formula 1 con rinnovato entusiasmo, nuovo motore ed una coppia di pilota grandemente assortita, capace di far ben sperare sia dal punto di vista velocistico che da quello dello sviluppo con il talento Hulkenberg e l'esperienza di Barrichello

da , il

    La Williams ha annunciato senza troppe sorprese e senza clamori la coppia che porterà le auto di Grove in pista nel 2010: si tratta di Rubens Barrichello e Nico Hulkenberg.

    Il 2009 è stato un anno tutto sommato positivo per una squadra che, lontana dagli antichi splendori e probabilmente impossibilitata nel ritornare grandissima, ha comunque fornito alcune prestazioni velocistiche di riguardo con Nico Rosberg; se anche Nakajima (zero punti!) avesse contribuito alla causa il campionato per il team inglese sarebbe stato assolutamente positivo.

    Alla luce di un anno che ha mostrato un team in leggera crescita e sempre in grado di disegnare vetture valide ecco che i nuovi acquisti per il 2010 possono fare solamente ben sperare.

    I motori Cosworth sono una novità assoluta e potranno sfruttare un grande vantaggio: mentre per tutti i costruttori vige il divieto di aggiornare i motori 2009, la factory inglese potrà sfornare unità nuovissime e preparate ad hoc per il 2010; certo bisognerà verificarne l’affidabilità ma il fatto di poter studiare un motore realizzato appositamente per la mancanza di rifornimenti potrebbe rivelarsi un discreto vantaggio.

    Anche i piloti assicurano competitività: Hulkenberg è la più grande speranza tra i giovani e si presenta al debutto in Formula 1 con un curriculum di tutto rispetto grazie ad un 2009 vincente; Barrichello è un pilota che quest’anno ha dimostrato di essere ancora molto veloce e determinato.

    Proprio dal brasiliano Frank Williams si aspetta un grande aiuto per cercare di risalire la china: Rubens nel 1993 corse senza i rifornimenti e potrà senza dubbio sfruttare il vantaggio di questa esperienza; inoltre porterà con sè i segreti della BrawnGP che fino a ieri ha guidato e soprattutto assettato.

    Ci si aspetta una buona stagione dalla Williams? Beh, le premesse ci sono tutte, il mix è servito: esperienza, entusiasmo, desiderio di emergere e passione infinita. In bocca al lupo, Frank!