Gomme MotoGP. Tra le due litiganti, la terza gode.

Gomme MotoGP

da , il

    Gomme MotoGP. Tra le due litiganti, la terza gode.

    La diatriba tra Michelin e Bridgestone è ormai storia di vecchia data e ormai non fa quasi neppure più notizia!

    Quello che c’è i nuovo sotto il sole è invece il ruolo del terzo attore di pneumatici nella MotoGP.

    Yamaha Tech 3. Guintoli e Tamada. Dunlop.

    Tre informazioni utilissime per capire il modo di fare di Dunlop. Una Yamaha cliente in sviluppo. Un pilota non espertissimo della MotoGP e un altro che in passato aveva anche fatto vedere cose decisamente buone (soprattutto a Laguna Seca, quando ancora vestiva la tuta gialla). E tanto lavoro.

    Tirando due somme, si vede le gomme Dunlop nelle ultime gare hanno fatto la loro discreta figura tanto da spingere la Cupola Dunlop a compiere scelte azzardate, ma non per questo dissennate, anzi. Ben venga la sperimentazione nei team minori.

    E così, appurata la bontà delle classiche coperture Dunlop nelle gare, ecco l’idea vincente: perchè non montare le famigerate gomme da 16”? Novità vista nelle due ultime gare (Italia e Catalunya) che ha dato i suoi frutti immediati: ottimo feeling da parte dei piloti e felicità ai vertici di Dunlop.

    Le parole del capo Herve Poncharal, Dunlop Yamaha Tech 3 Team Manager, non potevano essere che ottimiste: “L’ultimo week-end è stato di nuovo positivo per noi. Dico questa cosa ad ogni Gran Premio, ma attualmente siamo in continuo miglioramento. Sylvain è molto aggressivo ed i suoi tempi sul giro sono molto buoni, tanto che domenica è stato in grado di battagliare con Hayden ed Edwards. Purtroppo ha risentito di un po’ di chattering e questo problema lo ha rallentato. Ora abbiamo una buona base su cui lavorare, ed il pacchetto moto-gomme sta crescendo velocemente. La nuova 800 è molto competitiva, più delle moto precedenti, e noi stiamo dimostrando di essere un’ottima squadra clienti che spesso batte altri team satellite della Honda. Speriamo che la Dunlop continui a lavorare bene anche su piste come Donington ed Assen“.