Guerra Valentino – Jorge. Sepang finisce 2 : 1 per il Campione di Tavullia

Guerra Valentino - Jorge

da , il

    Guerra Valentino – Jorge. Sepang finisce 2 : 1 per il Campione di Tavullia

    Rullo di tamburi, prego.

    La terza giornata di test sul circuito di Sepang per la seconda tranche di prove si chiude con un risultato che fa pensare:

    01- Jorge Lorenzo – Yamaha YZR M1 – 2’00.705 (73 giri)

    02- Valentino Rossi – Yamaha YZR M1 – 2’01.190 (48 giri)

    Calmiamo da subito ogni tipo di strano allarmismo che potrebbe nascere da una “visione” del genere: si, è vero che Jorge Lorenzo è davanti a Valentino Rossi, ma… sono solo test!

    Scherzi a parte, la terza giornata di Sepang si chiude con Jorge, piccolo spagnolo salito in MotoGP da poco più di un mese, alle prese con un podio importante, un primo posto davanti a Valentino Rossi, leader delle due giornate di test precedenti.

    Un podio che va letto secondo una chiave ben precisa che non è assolutamente quella di mettere a confronto i due piloti Fiat Yamaha e deterinare il vincitore, quanto quella di vedere che se, da un lato Valentino Rossi “c’è”, dall’altro Jorge Lorenzo potrebbe esserci eccome!

    A dominare sul passo di gara è sempre Valentino, ma se Jorge voleva lanciare un segnale al “team-mate avversario” e alla sua squadra, non può dire di non esserci riuscito!

    A fine giornata, le parole di Valentino sono tranquille, rilassate, serene: “Sono molto felice per la simulazione di oggi e, in generale, per come sono andati questi test. Tutto ha funzionato bene nella simulazione di gara ed è stato un miglioramento rispetto all’ultima volta. Ora abbiamo un’idea precisa del punto in cui ci troviamo. Abbiamo lavorato su diversi aspetti ricevendo in generale risposte positive. Ho avuto la possibilità di capire meglio le gomme e di raccogliere informazioni sul loro comportamento in gara. Oggi ci siamo concentrati sul set-up della moto per farla rendere al meglio con le nuove gomme, ma abbiamo lavorato anche sul motore e sull’elettronica. Abbiamo ancora molto lavoro da fare ma, finora, le cose stanno andando bene. Adesso non vedo l’ora di andare a Jerez per i prossimi test e confrontarmi con i nostri avversari“.

    …Primo tra tutti, Jorge.

    Vero Vale?