Jorge Lorenzo: “penso solo al secondo posto”

Jorge Lorenzo, dopo il ritiro dal Gran Premio d'Australia, ha probabilmente consegnato il titolo di campione del mondo nelle mani del team mate in Yamaha, Valentino Rossi, che adesso ha 38 punti di vantaggio, in graduatoria iridata, sul collega maiorchino

da , il

    Con Valentino Rossi, ormai, ad un passo dal suo nono titolo mondiale, Jorge Lorenzo punta con decisione all’unico obbiettivo rimasto: la carica di vice campione della Motogp.

    Dopo la caduta e il conseguente ritiro di Jorge Lorenzo dall’ultimo Gran Premio d’Australia, il pilota maiorchino della Yamaha M1 si trova, in classifica generale, a 38 punti di distacco dal leader, Valentino Rossi.

    A questo punto, anche se la matematica non condanna ancora Lorenzo, il discorso mondiale sembra definitivamente compromesso quando alla fine della stagione mancano solo due gare.

    Infatti, l’unico obbiettivo rimasto ancora in piedi è rappresentato dalla conquista del titolo di vice campione della classe regina: “ormai penso solo al secondo posto, in quella che è solamente la mia seconda stagione in MotoGP. Dopo la caduta in Australia è già positivo essere di nuovo in moto così presto. Non mi sono fatto male e sarò in buona forma per la gara. Penso che questa sia una grande conquista e sarò felice se ci riuscirò”.

    La delusione del povero Jorge, per aver mancato un aggancio che sembrava alla sua portata, è sotto gli occhi di tutti ma il Pirata della Yamaha, da vero professionista, vuole dimenticare la batosta presa a Philip Island con un risultato più convincente nel prossimo Gran Premio in Malesia: “Sepang mi piace molto, lo conosco bene per averci provato molto e ho alcuni ottimi ricordi, soprattutto quello del 2007 quando vi ho conquistato il titolo della 250. Questa volta assieme alla mia squadra ci concentreremo per avere un buon weekend e ottenere quanti più punti possibile, in modo di raggiungere il nostro obiettivo”.

    Se anche lo stesso Jorge Lorenzo si mostra così poco combattivo, non ci resta che aspettare il prossimo week-end per celebrare il nono titolo mondiale conuistato dal compagno di squadra, Valentino Rossi, il quale non vede l’ora di esibirsi in una delle sue esultanze post gara.