Losail By Night: la Notte può interferire sulle prestazioni dei piloti?

Losail By Night: la Notte può interferire sulle prestazioni dei piloti?

da , il

    Losail By Night: la Notte può interferire sulle prestazioni dei piloti?

    Ventidue anni e non li dimostra.

    Casey Stoner, asso australiano della Ducati, si prepara per affrontare la primissima gara del Campionato 2008: forti motivazioni e grande supporto del team sono le due costanti che accompagnano il Campioncino dallo scorso anno.

    La primissima gara però, a differenza dello scorso anno, si correrà di notte.

    Una “Losail by Night” per incrementare da subito il pubblico della MotoGP e scommettere sul divano sul nome del prossimo vincitore.

    Le prove dei giorni scorsi hanno permesso di costruire una panoramica sulle potenzialità di ciascun pilota sia nelle gare diurne, sia in quella notturna e in molti sono pronti a scommettere che la notte, come la pioggia, sono elementi in grado di cambiare le carte in tavola.

    Non la pensa così, invece, Casey Stoner che dice: “Sono contento che comincino le gare e sono soddisfatto del lavoro che io e la squadra abbiamo fatto durante i test pre-campionato. Gli ingegneri Ducati hanno apportato alcune piccole modifiche alla moto durante l’inverno che hanno prodotto un notevole miglioramento generale. La GP8 è più performante in accelerazione ai bassi regimi e le modifiche al set up della ciclistica fatte a Phillip Island hanno migliorato la moto in uscita di curva. Le gomme Bridgestone sono andate bene su tutte le piste in cui abbiamo provato, anche nei test in notturna qui in Qatar, per cui anche da quel punto di vista sono molto contento. Sarà divertente correre di notte, ma per me non è una novità assoluta dato che l’ho già fatto in qualche gara di speedway e di dirt track, giù in Australia, quando ero ancora “junior”. Sarà diverso ma non credo che cambierà i valori in campo o il modo di guidare dei piloti anche perché nei due giorni di test della scorsa settimana abbiamo già avuto modo di verificare le condizioni della pista e di abituarci a questa luce. La temperatura invece sarà un fattore importante, soprattutto per quanto riguarda le gomme, perché alle 11 di sera quando affronteremo qualifiche e gara fa davvero freddo. Staremo a vedere se le condizioni saranno le stesse che abbiamo trovato nei test“.

    Troppo sicuro il ragazzino, oppure Casey ha visto lungo e ha veramente ragione?