Marco Simoncelli, accuse da Hector Barbera

Hector Barbera resta deluso dopo il sorpasso all'ultima curva subito da parte di marco Simoncelli, che gli è costato il podio nella gara che si correva in Spagna davanti al suo pubblico

da , il

    Il pilota del Pepeworld Team,superato negli ultimi metri del circuito di Jerez de la Frontera da Marco Simoncelli, esprime tutta la sua delusione per aver mancato il podio nel GP di Spagna che si è corso davanti al suo pubblico.

    La gara spagnola, comunque è stata una delle più emozionanti della stagione con i piloti più veloci a giocarsi le posizioni di testa.

    In questo gruppo di fuggitivi ricordiamo il vincitore della corsa Hiroshi Aoyama, il campione del mondo Marco Simoncelli e i due iberici Hector Barbera ed Alvaro Bautista.

    Barbera, nello specifico, non ha digerito la manovra che ha consentito all’italiano di agguantare il terzo posto per soli 68 millesimi e nel dopogara ha dichiarato: “Nell’ultima curva purtroppo Simoncelli mi ha affiancato come volermi dire ‘O tu o io’. Non avevo spazio e lui mi ha infilato con la sua moto, se non mi fossi spostato sarei finito a terra. Non è la prima volta che si comporta così e non si dovrebbe guidare in quella maniera”.

    Non è la prima volta che il pilota di origini spagnole si scaglia duramente contro l’atteggiamento di guida aggressivo dell’iridato mondiale, infatti c’erano state altre incomprensioni l’anno scorso in occasione degli appuntamenti tricolore di San Marino e del Mugello, dove i due giovani centauri si erano resi protagonisti di molti contatti al limite e di scontri verbali piuttosto accesi nel paddock.

    A giudicare dalle successive dichiarazioni di Hector, l’italiano dovrebbe essere sanzionato dalla commissione gara per la sua condotta anti-sportiva: “Simoncelli mi è venuto praticamente addosso e mi ha bloccato. In quel momento forse ero più veloce, ma con quella manovra ho perso troppo terreno. Spero che la direzione gara prenda provvedimenti perchè non è la prima volta che capita un episodio simile“.

    Dopo queste affermazioni non ci resta che aspettare il prossimo appuntamento del motomondiale classe 250cc in Francia e vedere fino a che punto lo spagnolo vorrà farla pagare, in termini sportivi, al pilota Gilera.