Mark Webber: potrei anche lasciare la Red Bull

Dopo la seconda doppietta stagionale della Red Bull, messa a segno al gran premio di Monaco, e alla grande performance di Mark Webber, si è scatenato il toto piloti e l'australiano sembra essere la pedina attorno a cui ruotano gli eventuali ingaggi degli altri piloti

da , il

    Mark Webber: potrei anche lasciare la Red Bull

    Si cominciano a scaldare i motori per la settima tappa del Mondiale 2010 di F1, in programma domenica 30 maggio sul circuito di Istanbul. Spenti i riflettori sull’appuntamento monegasco, la prossima gara riporterà un po’ tutti alla normalità. Team e piloti potranno infatti darsi nuovamente battaglia su di un circuito più regolare, a differenza di quello cittadino e insidioso del Principato. E chissà se le Red Bull e Mark Webber, protagoniste indiscusse negli ultimi due appuntamenti stagionali, riusciranno a tenersi stretto il loro primato anche in Turchia.TOTO PILOTI 2011. Dopo il gran premio di Monaco, location ideale per parlare di affari e futuri ingaggi, il pilota australiano, grazie alle sue performance brillanti, aveva dato il via ai primi rumors per il toto piloti 2011. La Webber-mania aveva subito preso il sopravvento e dalla Red Bull dichiaravano di non aver nessuna intenzione di lasciarsi scappare la nuova stella di Milton Keynes, anche se, pochi giorni dopo, ci ha pensato Chris Horner a riportare l’ordine, dichiarando come non sia ancora il momento di mettersi a tavolino per discutere eventuali rinnovi contrattuali (il contratto di Webber scadrà infatti a fine 2010). Ma ora è il diretto interessato a prendere la parola, dichiarando di non escludere la possibilità di passare ad un altro team a fine stagione.

    MARK WEBBER. Al momento Webber è leader in classifica, a pari merito con Sebastian Vettel, per ora oscurato dal compagno di squadra pigliatutto, anche se sembrerebbe che la perdita di terreno da parte del giovane tedesco sia stata una semplice conseguenza del danneggiamento al telaio della sua RB6… a Istanbul l’ardua sentenza. Ma Webber per il momento sembra essere diventato il più corteggiato del Circus, nonostante ci siano ancora un bel po’ di gare in cui dovrà dimostrare di sapere mantenere il suo primato. Il pilota della Red Bull ammette di trovarsi molto bene con il team austriaco, ma non intende precludersi eventuali alternative. E l’alternativa con la “a” maiuscola sarebbe ovviamente la Ferrari, boccone ambito da molti piloti, visto che anche il contratto di Felipe Massa è in scadenza a fine 2010, e il brasiliano potrebbe quindi lasciare un posto libero. “Ho vinto solo due gare e la gente già mi chiede dove sarò il prossimo anno! In F1 le cose cambiano molto velocemente e non si può mai sapere cosa ti aspetta dietro l’angolo” ha commentato Webber che, come già anticipato dal suo team, aspetterà fino a luglio, dopo il gran premio di Gran Bretagna, per cominciare a pensare seriamente al suo futuro. “Al momento sono concentrato solo sulla prossima gara, il resto verrà da sé e credo che ci vorranno ancora almeno sei gran premi per avere un quadro più definito”.

    GP MONACO F1. Webber ha infine trovato ancora un po’ di tempo per godersi e parlare del suo ultimo successo a Monaco. “Sembra che l’abbiano vista davvero in tanti l’ultima gara!” ha ironizzato il pilota della Red Bull, apprezzando il fatto che finalmente l’attenzione si sia spostata anche su altri protagonisti del mondiale. “È fantastico, perché fino a quattro settimane fa non si sentiva altro che parlare della McLaren o di Schumacher, e ora sono io al centro dell’attenzione. Ma so bene che la ruota gira, quindi rimango con i piedi per terra… anche se, vincere a Monaco è un’esperienza unica!”. E per non dimenticarsi troppo in fretta del più bel weekend della sua vita, Webber ha confessato di essere tornato sulle strade di Montecarlo il giorno dopo la gara, giusto per assaporare di nuovo la sua vittoria più bella…