Max Biaggi: “Avanti tutta!”

Max Biaggi: "Avanti tutta!"

da , il

    Max Biaggi: “Avanti tutta!”

    Il gusto della vittoria, si sa, è particolare.

    E sa di buono.

    Cosi tanto piacevole che mettersi a dieta è più che mai una situazione sconveniente, odiosa, irritante.

    Lo sa benissimo Max Biaggi, centauro romano scaricato dalla MotoGP e che da quest’anno sta vivendo una seconda giovinezza in SBK, categoria nella quale si è subito fatto conoscere dagli avversari: al primo appuntamento ufficiale ha inanellato un primo e un secondo posto nelle due gare di Losail e ha subito messo i paletti alle mire di vittoria dei vari Bayliss (perdonato per mal riusciuta scelta delle gomme), Corser, Haga, etc…

    E adesso, assaggiata la vittoria, Biaggi non sembra più voler smettere: “Voglio continuare in questo modo. La settimana scorsa è stata sensazionale e incredibile sotto ogni profilo, soprattutto emozionale. E’ stato come vivere un sogno: iniziare la stagione vincendo è qualcosa che ricorderò per sempre. Anche perchè mi sono divertito molto più di quanto ritenevo possibile. A questo punto posso anche dire che è stato un peccato non aver scoperto la Superbike prima“, riferendosi probabilmente all’ “anno sabbatico forzato” 2006 in cui il pilota è rimasto fermo senza correre nè in MotoGP (con la speranza di essere chiamato) nè in SBK (pensandola alla stregua di una “retrocessione”).

    E invece, ora, un Biaggi dalla maturità ritrovata e dal talento innato, inizia ad innamorarsi della sua nuova Suzuki che lo ha portato al successo.

    Sui suoi avversari 2007 non si sbilancia, lascia solo trapelare l’ipotesi (più che reale) che non sarà solo James Toseland il suo principale rivale: “La settimana scorsa mi ha insidiato James Toseland. Ma a Phillip Island penso che mi dovrò guardare non solo da lui ma anche da altri. La competizione sarà più dura e spero solo di essere in testa alla fine delle gare“.

    E infine, il campione romano aggiunge:“Adesso guardiamo alla seconda gara. Come quello del Qatar, Phillip Island è un altro circuito dove ho già corso in precedenza, quindi mi aspetto buoni risultati“. E li aspettiamo anche noi!