Max Biaggi campione WSBK 2010

Max Biaggi (Aprilia Alitalia) il campione del mondo Superbike 2010: il Corsaro dell'Aprilia ha conquistato ieri sul circuito "casalingo" di Imola (così come tutti i suoi sostenitori si auguravano) il titolo iridato del WSBK 2010, diventando il primo pilota italiano a trionfare nel mondiale delle derivate di serie

da , il

    Max Biaggi (Aprilia Alitalia) il campione del mondo Superbike 2010: il Corsaro dell’Aprilia ha conquistato ieri sul circuito “casalingo” di Imola (così come tutti i suoi sostenitori si auguravano) il titolo iridato del WSBK 2010, diventando il primo pilota italiano a trionfare nel mondiale delle derivate di serie.

    Biaggi ha vinto meritatamente dopo aver dominato in una stagione nella quale l’unico vero avversario è stato l’inglese Leon Haslam su Suzuki, che però non è stato in grado di contrastare la devastante superiorità dell’Aprilia e il talento del Corsaro.

    Max Biaggi si è presentato alla conferenza stampa di Imola visibilmente commosso per aver conseguito il titolo mondiale Superbike, un ritorno alla vittoria dopo i diversi titoli mancati nel Motomondiale classe 500cc/MotoGP dopo i quattro vinti in 250cc: “E’ un sogno inseguito da tempo tempo,” ha dichiarato il Corsaro, “Secondo me, non sono mai stato nelle condizioni, è sempre mancato qualcosa, parte tecnica parte del team, o emotiva. Mi è sfuggito qualcosa, sono stato tre volte vicino ad essere campione in MotoGP e 500cc, e posso dire che questo mi è andato stretto.

    Ma quest’anno Biaggi ha avuto il vento in poppa fin dall’inizio della stagione, grazie ad Aprilia che ha messo a disposizione del suo talento e della sua esperienza una moto vincente e un grandissimo pacchetto tecnico. Il pilota romano ha potuto correre così un mondiale SBK di altissimo livello, coronando così il sogno che inseguiva dal 2007, anno in cui, dopo aver lasciato la classe regina del Motomondiale, approdò nel WSBK con il team Suzuki Alstare di Francis Batta.

    E ora, finalmente, il Corsaro è tornato ad affermarsi ai massimi livelli del motociclismo sportivo.