Max Biaggi in Ducati? La MotoGP non mi ha ancora telefonato…

Max Biaggi e il suo ritorno in MotoGP: davvero così facile? Secono il pilota nessun ontatto sarebbe ancora arrivato da Ducati

da , il

    Max Biaggi in Ducati? La MotoGP non mi ha ancora telefonato…

    La vicenda del possibile ritorno di Max in MotoGP di cui vi avevamo già anticipato molto è ormai lunga parecchie settimane solo per ricordare gli ultimi avvenimenti e il continuo vociferare all’interno degli “ambienti caldi” di possibilie riavvicinamento di Max Biaggi alla Ducati.

    E’ da considerare anche che ogni volta si parli di MotoMercato, come un fungo dopo la pioggia, ecco spuntare sempre e comunque il nome di Max Biaggi.

    Il pilota romano è rimasto nel cuore di molti e ogni occasione è buona per resuscitare il suo nome legandolo alla MotoGP.

    Una sorta di “back to MotoGP“, quindi? In molti ci hanno creduto e sperato, anche se adesso arrivano le prime smentite.

    La Ducati è indecisa.

    Marco Melandri si, Marco Melandri no, questo è il dilemma.

    Il pilota italiano non sta brillando con la GP8 e intanto, dall’altra parte, Niccolò Canepa spingerebbe per un contratto in MotoGP piuttosto che in SBK.

    A Borgo Panigale la stuazione sembra essere bollente: la rosa dei possibili candidati è grande anche se si ha l’impressione che, a meno di grandi sconvolgimenti, la Ducati voglia (giustamente) temporeggiare ancora un bel pò prima di prendere una decisione.

    L’attesa fomenta gli animi e alcuni sono convintiche forse in Ducati non abbiano le idee ben chiare o, peggio, una buona strategia in mente. Secondo noi, invece, Ducati sta solo aspettando di avere tutte le informazioni necessarie per decidere su un pilota al posto di un altro.

    Intanto i candidati per una possibile GP9 libera si moltiplicano: Elias, Canepa, Guintoli, ma anche Max Biaggi.

    Dal fornte del romano, però, arriva una smentita.

    Max Biaggi, in un’intervista rilasciata a Ernesto Emmi di GPone, ha spiegato le cose in maniera diversa: “Peccato che io non abbia ricevuto alcuna telefonata da gente dell’ambiente della MotoGP. Intendiamoci: se viene qualcuno con due milioni in mano ed una proposta seria io l’ascolto. Ma l’ultima volta è stata in occasione della proposta di Fausto Gresini, l’anno passato. Sappiamo come è andata a finire. Inoltre quando sono arrivato in Superbike, nel 2007, mi sono trovato molto, molto bene, per cui credo di poter dire che penso di avere più possibilità, e voglia, di restare in Superbike.

    Nel team Sterilgarda Ducati

    Un’ottima notizia, quindi, quella per cui Max Biaggi non avrebbe alcun rimpianto per aver lasciato la MotoGP.

    Anche se, a giudicare da quanto detto dopo, qualche dubbio sul dente avvelenato del Corsaro verso la classe regina, sorge…

    Da quel che ho visto – dice Max – il livello attuale in MotoGP non è altissimo. Per tornare in MotoGP dovrei sentirmi desiderato, esserci per forza non avrebbe senso.

    A quanto pare è l’ultima frase a racchiudere ogni verità…