MotoGP 2008. Monogomma? No secco della Dorna, è polemica.

MotoGP 2008

da , il

    MotoGP 2008. Monogomma? No secco della Dorna, è polemica.

    Uno dei temi più scottanti del Campionato Mondiale 2008 è stato quello delle gomme, fedeli alleate o acerrime nemiche dei piloti del Motomondiale.

    Trovare una soluzione allo sfilacciamento dei pneumatici e alla perdita delle prestazioni sembra essere stato un imperativo categorico solo a tratti rispettato.

    Le Bridgestone che hanno fatto da padrone e le Michelin in perenne inferiorità prestazionale sono state la miccia che ha fatto detonare il mondo dell’ingegneria delle mescole.

    Ma non solo.

    Anche i piloti, da Valentino Rossi a Stoner, e i tecnici, da Burgess a Preziosi, sono scesi in campo per combattere la loro crociata a favore o contro la ormai celebre “Monogomma”.

    Dopo tanto parlare, ecco la decisione ufficiale, la quiete dopo la tempesta che, almeno per il prossimo anno, dovrebbe calmare gli spiriti.

    La Federazione Internazionale di Motociclismo, riunitasi a Mies in Svizzera nei giorni scorsi, ha preso atto del fatto che la Dorna, i rappresentanza degli organizzatori, ha di fatto ritirato la proposta dell’ introdizione di un unico e solo fornitore di pneumatici la stagione MotoMondiale 2008.

    Per adesso, quindi, tutto tace. Ma con dei silenzi ben precisi.

    La Commissione della FIM, infatti, si riunirà in seduta straordinaria, il prossimo 3 novembre a Valencia, quindi è tutto rimandato a quella data.

    A questo punto, le considerazioni di gasport sono taglienti: “È evidente che la Dorna, che voleva utilizzare la proposta per premere sui costruttori e impedire che la competizione fosse focalizzata sulle gomme, come si è visto nel caso di Valentino Rossi, ha ormai modificato la sua strategia. In concreto il campione di Tavullia ha però praticamente ottenuto quello che voleva, poter correre con le Bridgestone a titolo personale. “