MotoGP 2008 Preview. Capirex in Suzuki, è amore!

Ecco un assaggio di questo Mondiale di Motogp 2008: Loris Capirossi ama in modo particolare la sua nuovissima Suzuki, sulla quale sembra volare

da , il

    MotoGP 2008 Preview. Capirex in Suzuki, è amore!

    E’ appena finito il MotoMondiale 2007 che già tutti buttano l’occhio alla prossima stagione.

    Sarà perchè quest’anno ha portato grossi sconvolgimenti, sia nella classifica finale, sia nel modo di concepire le gare, sia nella fine del monopolio-Rossi e l’avvento di nuovi campioni.

    E poi, non bisogna dimenticare i movimenti di MotoMercato che hanno iniziato ad occupare le pagine dei giornali fin da metà campionato.

    Della fne di un amore, per esempio, tra Capirex e la Ducati, alcuni avevano già accennato dopo la prima gara 2007, ma le divergenze sono venute ufficialmente fuori solo ad una manciata di gare dalla fine quando, improvvisamente, Ducati rompe con Capirossi che si rifugia in Suzuki.

    Al suo posto, il giovane Melandri, altro pilota italiano su moto italiana (vincente), perchè a Borgo Panigale non ci si smentisce mai.

    Per adesso, dunque, intanto che Casey si gode la sua bella coppa di vittoria e Marco pregusta la nuova moto finalmente ufficiale, Loris rilascia la sua prima ntervista da suzukista.

    Sono davvero felice – dice il campione italiano – perché dopo cinque anni con Ducati questo è un ottimo momento per cambiare. Ho parlato molto con Suzuki e per me si tratta di un grande cambiamento veramente veramente interessante. Ora non vedo l’ora di salire in moto per la prima volta, sarà importante per me e per tutta la squadra. La Suzuki sembra in forma ora e abbiamo sviluppi da fare per renderla più competitiva. La mia motivazione è focalizzata al 100% su questo! Sono davvero felice di andare in Suzuki e iniziare a lavorare con la mia nuova squadra, la prima volta che girerò in pista sarà il momento migliore. Dopo 18 anni di gare in GP credo di non avere ancora molte stagioni e quindi voggio prepararmi al 110% e cercare di fare il meglio che posso in questa nuova sfida.

    Lo speriamo davvero.

    Difficile a dirlo, ma chissà che questa volta Loris non riesca a prendersi qualche piccola soddisfazione che questa stagione appena conclusa non è riuscita a regalargli.