MotoGP Aragon: la Ducati di Hayden torna sul podio

Dopo una lunga astinenza e dopo averlo sfiorato più volte durante la MotoGP 2010, Nicky Hayden torna sul podio nella prima esibizione del Motomondiale sul tracciato di Aragona

da , il

    Il secondo pilota della Desmsedici, Nicky Hayden è tornato sul podio nella MotoGP di Aragon, battendo in volata con un sorpasso d’altri tempi e all’ultimo tentativo utile, il leader della classifica iridata piloti, Jorge Lorenzo. Kentucky Kid non solo è pienamente contento di questo risultato, in una giornata memorabile per la Ducati con i due riders del team ufficiale entrambi sul podio, ma può vantare di essere stato il primo pilota, quest’anno, a vincere un confronto diretto con il centauro maiorchino della Yamaha M1, fino a quel momento apparso imbattibile.

    Dopo una lunga e faticosa astinenza dal podio e dopo averlo sfiorato ripetutamente durante il 2010, il centauro statunitense della Ducati ufficiale, Nicky Hayden torna ad assaporare l’ebrezza di un terzo posto nella prima gara in assoluto del Motomondiale sul tracciato internazionale di Aragona.

    Il texano della Desmosedici ha strappato la terza posizione al pilota della Yamaha, Jorge Lorenzo, alla fine di un duello andato in scena negli ultimi frangenti della gara, eseguendo un sorpasso degno del titolo di campione mondiale 2006 che può vantare nel suo palmares: “è bellissimo essere riuscito a tornare sul podio e oggi mi sono davvero divertito. La moto è andata forte fin dalle prime prove di venerdì e in gara sono riuscito a partire bene e poi a rimanere con Jorge”.

    Grazie al lavoro con gli uomini di Borgo Panigale, Hayden sembra essere rinato a nuova vita sportiva: “non c’era nessun punto dove riuscivo a mettergli davvero le ruote davanti e negli ultimi due giri lui ha spinto forte per andarsene. Io però avevo deciso che oggi un quarto posto non sarebbe stato abbastanza. Ho fatto una mossa che non ha previsto nella chicane e poi sono riuscito a chiudere tutte le linee. E’ un bel risultato per la Ducati, la squadra, gli sponsor e i tifosi. Sono felice di averli salutati dal podio. Cercheremo di rifarlo altre volte prima della fine della stagione”.