Newey? No, grazie! E’ un Computer il nuovo genio dell’aerodinamica!

Che ne dite? E’ inquietante che sia un computer l’ingegnere perfetto in grado di progettare la migliore Formula 1 possibile? Almeno dal punto di vista dell’aerodinamica sembra questo il potenziale di Albert 2, il mega calcolatore adottato dalla BMW Sauber

da , il

    Newey? No, grazie! E’ un Computer il nuovo genio dell’aerodinamica!

    Che ne dite? E’ inquietante che sia un computer l’ingegnere perfetto in grado di progettare la migliore Formula 1 possibile?

    Almeno dal punto di vista dell’aerodinamica sembra questo il potenziale di Albert 2, il mega calcolatore adottato dalla BMW Sauber.

    Già il nome, Albert 2, nasconde un certo disagio. Non è infatti troppo distante da HAL 9000, vale a dire il cervellone elettronico dell’apocalittico film 2001 odissea nello spazio.

    Qua stiamo parlando di cose più terra terra. Ma il pensiero non è peregrino.

    Si tratta in entrambi casi di calcolatori che superano l’intelligenza dell’uomo che gli ha creati.

    La potenza di Albert 2 è fuori discussione. Si tratta di un insieme di circuiti lungo oltre dieci metri, dotato di 512 microprocessori Intel dual core e capace di 12.288.000.000.000 operazioni al secondo.

    E’ uno dei più potenti computer al mondo per uso civile e tra i 60 più potenti a livello assoluto considerando anche quelli per uso militare o di ricerca.

    Anche la sua utilità è innegabile. Con Albert 2 viene superato il concetto di galleria del vento. Facendo dei modelli matematici si possono simulare, oltre ai flussi d’aria, anche le deformazioni degli pneumatici, il comportamento dei materiali in curva, etc…

    Un solo neo. Finisce la creatività. Il genio dell’uomo può essere messo in soffitta perché immettendo gli stessi dati, Albert 2 darà sempre la stessa soluzione. E, se fosse adottato da tutte le squadre,le vetture di F1 non solo si assomiglierebbero: sarebbero tutte IDENTICHE!