Paura a Monza: la Ferrari rischia il crollo?

nonostante le aspettative, la Ferarri potrebbe perdere a Monza nel Gran Premio d'Italia e salutare le sue canche di vittoria nel mondiale

da , il

    Paura a Monza: la Ferrari rischia il crollo?

    Nessuno ne parla, per il momento. Senza fare troppo allarmismo, però, proviamo ad anticipare un tema caldo del weekend che sta per cominciare. Dobbiamo registrare, infatti, gli umori che si repirano nell’aria alla vigilia del Gran Premio d’Italia e che vedono una Ferrari in possibile crisi.

    Escluso l’implicito e scontato ottimismo all’interno del team del Cavallino, tra molti addetti ai lavori sta serpeggiando l’idea che la gara di casa sarà una passerella trionfale per la McLaren. Non solo: anche la BMW potrebbe andare più forte della Rossa. E allora sarebbe la fine. Di tutto.

    Monza ultimamente aveva abituato a regalare sempre grandi soddisfazioni. Pure lo scorso anno, quando Schumacher annunciò l’addio alle corse, il ritiro di Alonso creò grandissimo gasamento tra i tifosi ed un ennesimo bagno di folla per festeggiare una fondamentale vittoria.

    Quest’anno, invece, ci sono grandissime possibilità che Monza sia la “Caporetto” di questo mondiale 2007.

    A dirlo non ci sono solo i recenti test nei quali le frecce d’argento hanno avuto sempre i migliori tempi, ma anche diverse opinioni registrate nell’ambiente del paddock vanno nella stessa direzione.

    Il primo è stato Ron Dennis. Il boss McLaren, conscio delle caratteristiche della sua macchina, dopo la sconfitta in Turchia ha subito dato appuntamento a Monza per la rivincita:“Aspettiamo con impazienza di andare in Italia. Sappiamo che lì possiamo far bene”.

    A confermare che non si sbagliava, oltre al dominio della Mp4-22 nella classifica dei test, ci si è messo anche Niki Lauda:“Non credo che la Ferrari durante i test stesse facendo pretattica. In 4 giorni non ci si può nascondere. Sicuramente la McLaren va più forte”.

    Per saperne di più, basterà aspettare domenica 9 settembre. A queste considerazioni, giudicate voi quanto attendibili, aggiungiamo le affermazioni di Nick Heidefeld che, al termine dei test ha spiegato di ritenere la sua BMW a Monza al pari della Ferrari e seconda solo alla McLaren:“Credo che la McLaren sia ancora davanti a noi ma abbiamo avuto delle buone sensazioni e credo che per l’Italia si possa essere almeno alla pari con la Ferrari. Io mi baso su quello che ho visto nei test e quindi c’è anche da considerare con quanta benzina hanno girato. Questo io non lo posso sapere ma non credo che cambi molto tra noi e loro. Monza assomiglia al Canada e lì sono arrivato secondo, pur se con un po’ di fortuna”.