Sergio Marchionne, distrutta la sua eredità: ha lasciato l’Italia

Sergio Marchionne è stata un’icona nella storia della FIAT, ma ora la sua eredità è andata persa in modo davvero incredibile.

Tra i personaggi che nel corso della propria vita hanno dimostrato di poter rinnovare il mondo delle quattro ruote, vi è di sicuro Sergio Marchionne. Un vero genio in questo settore, capace di prendere per mano la FIAT quando il colosso italiano stava vivendo il proprio periodo più buio e riportarlo ai vertici che meritava.

Anche la Ferrari stava beneficiando del proprio grande apporto, tanto è vero che con lui a controllare le sorti della Scuderia di Maranello, Sebastian Vettel ricominciò a vedersela direttamente contro la Mercedes di Lewis Hamilton. Un uomo che ha saputo guardare oltre al presente e superare le difficoltà, ridando così speranza al marchio.

Tra le principali iniziative che hanno permesso alla FIAT di rialzare la testa dopo anni molto difficili, vi è indubbiamente il fatto che nel 2007 diede vita al FCA Italy. Si trattò d un progetto che portò la casa italiana a essere un Gruppo forte a livello internazionale, ma purtroppo ora di quel progetto di Marchionne non è rimasto più nulla.

Da FCA Italy a Stellantis Europe: non c’è più traccia dell’Italia

Probabilmente anche lo stesso Marchionne sarebbe stato ben d’accordo nell’approvare la strategia commerciale che avrebbe portato nel 2021 alla nascita del Gruppo Stellantis. Questo è visto dunque come un modo per accettare di maggior grado il grande cambiamento interno alla realtà italiana, con FCA Italy che da qualche mese ha dovuto chiudere i battenti.

John Elkann Sergio Marchionne Stellantis Europe FCA Italy
John Elkann e Stellantis Europe (Ansa – derapate.allaguida.it)

Era la fine del 2023, quando Stellantis ha deciso di omologare anche questo gruppo, dandogli il nome di Stellantis Europe. Una decisione che ha fatto discutere, soprattutto i sindacati. Il Gruppo però ha messo in chiaro come si sia trattato unicamente di una scelta dettata dalle esigenze di omologare quanto più possibile i nomi all’interno di Stellantis.

Nessun posto di lavoro sarà toccato e non ci saranno nemmeno delle novità per coloro che avevano firmato un contratto con FCA Italy, con questo che sarà traslato perfettamente in Stellantis Europe. Anche la sede non avrà modifiche, con questa che si troverà sempre a Torino in Corso Giovanni Agnelli, 200. Dunque in qualche modo il progetto di Marchionne ha comunque modo di proseguire, anche se lo fa in modo diverso e con un nuovo nome rispetto al passato, ma sarebbe stato bello per il dirigente vederlo sviluppare.

Impostazioni privacy