Superbike: record di iscritti per la stagione 2009

presentata la lista dalla Federazione Internazionale Motociclistica degli iscritti al mondiale Superbike che presenta ben 32 piloti in rappresentanza di dieci nazioni e ben sette case motociclistiche

da , il

    Mentre nel quartier generale della Dorna ci si arrovella su come riuscire ad arrivare i fatidici 18 partenti in una Motogp 2009 mai cosi’ povera, la Federazione Motociclistica Internazionale ha presentato la lista degli iscritti al campionato mondiale Superbike che nel 2009 presentera’ addirittura 32 partenti, record assoluto nella storia delle derivate di serie.

    Tanti partenti e tanti costruttori presenti: ben 7 produttori che rappresentano il meglio dell’ingegneria motociclistica giapponese ed europea. Ci saranno 8 Honda CBR, 7 Ducati, ben 6 Kawasaki, 4 Suzuki, 3 Yamaha R1 e tra gli esordienti 2 nuovissime Aprilia RSV4 e 2 BMW S1000RR. I piloti italiani sono quelli piu’ numerosi con ben 10 partenti seguiti dai 5 centauri a testa per il Giappone, la Spagna e la Gran Bretagna. Tra gli esordienti della prossima stagione svetta su tutti Ben Spies che in sella alla Yamaha M1 ha gia’ impressionato nei test pre-campionato, inserendosi di diritto tra i favoriti per la conquista del titolo che mai come quest’anno sembra particolarmente incerto dopo l’addio del dominatore Troy Bayliss in sella all’imbattibile Ducati.

    Con una rappresentanza del genere non puo’ non essere soddisfattissimo il manager Paolo Flammini CEO di Infront Motor Sports, ditta che organizza il mondiale, che ha dichiarato sulle pagine del sito ufficiale della Superbike: “sono veramente soddisfatto per il successo di iscritti del Campionato SBK 2009, che si presenta come il migliore di sempre. E’ una dimostrazione del successo di una formula che consente alle squadre di partecipare ad una serie di altissimo livello con costi relativamente contenuti, dando la possibilità anche ai team privati di ben figurare. La validità e la stabilità del regolamento tecnico hanno poi favorito l’ingresso di due nuovi importanti costruttori, Aprilia e BMW, portando il numero della Case presenti ad un record storico per la Superbike. Anche la qualità dei piloti sarà altissima, con l’arrivo tra l’altro dei campioni in carica dell’AMA e del BSB, oltre ad un nutrito numero di giovani promesse. In un momento economico difficile a livello mondiale la Superbike può dunque guardare al futuro con serenità ed ottimismo”.

    Immagini prese dal sito ufficiale della Superbike.