Valentino Rossi domina test di Sepang

Valentino Rossi continua a dominare i tempi dei primi test della MotoGP che si stanno svolgendo sul circuito di Sepang

da , il

    Il campione del mondo della classe regina, Valentino Rossi è apparso abbastanza soddisfatto dopo l’ultimo giorno di test delle potenti MotoGP a Sepang. Il centauro pesarese è risultato essere l’uomo più veloce in pista e anche se il Motomondiale 2010 deve ancora cominciare e si parla solo di test, questo risultato evidenzia il buon lavoro di miglioramento dei tecnici della Yamaha. Rossi, inoltre, ha cercato di lavorare molto anche sulla ciclistica della nuova M1 cercando di migliorare un feeling che durante lo scorso 2009 sembrava perfetto.

    Il pilota di punta della nuova Yamaha M1, Valentino Rossi ha dominato uno dei primi atti della MotoGP 2010, cioè i test che si sono svolti sul circuito di Sepang, in Malesia.

    Il solo Casey Stoner ha provato a rendere la vita difficile al campione del mondo con la sua Ducati, ma almeno per il momento Rossi e la sua Yamaha M1 sembrano un binomio perfetto.

    Il pesarese è apparso fin da subito in splendida forma, girando con dei tempi che si avvicinano al record del circuito malese, fermando il cronometro sul 2′00”925, vicinissimo al miglior tempo di sempre della pista 2′00”518.

    A fine test, il campionissimo di Tavullia ha dichiarato di sentirsi ampiamente soddisfatto del lavoro svolto insieme alla squadra in questi test: “dopo ieri anche questa seconda giornata è stata molto buona e, anche se abbiamo perso un paio d’ore per la pioggia alla fine eravamo ancora in grado di completare tutto il nostro lavoro. Abbiamo lavorato sulla nuova moto per trovare un ambiente migliore e io sono felice di essere il più veloce, anche se si tratta solo di questo test è importante per me! Durante i prossimi test avremo un paio di cose nuove, ma siamo già contenti perché siamo veloci e forti. Sepang è sempre una buona pista per la Yamaha e quindi dovremo aspettare fino al Qatar per ottenere una migliore comprensione del nostro livello”.