Valentino Rossi cerca il tris, Lorenzo appagato

L'appetito vien mangiando: dopo la vittoria a Sepang, Valentino Rossi vuole ripetersi anche nel Gran Premio di Australia che partirà alle prime luci dell'alba (almeno per l'Italia) sul circuito di Phillip Island

da , il

    L’appetito vien mangiando: dopo la vittoria a Sepang, Valentino Rossi vuole ripetersi anche nel Gran Premio di Australia che partirà alle prime luci dell’alba (almeno per l’Italia) sul circuito di Phillip Island.

    E se il Dottore vuol chiudere alla grande una stagione jellata (forse la peggiore della sua carriera) il suo compagno di scuderia Jorge Lorenzo è contentissimo e molto soddisfatto del mondiale vinto e probabilmente progetta una passerella trionfale per festeggiare il titolo MotoGP.

    Non vedo l’ora di correre a Phillip Island, uno dei posti più belli per una gara di moto.”

    Valentino Rossi sta vivendo evidentemente un periodo “sì” grazie alla vittoria ritrovata e alla spalla che non gli sta più dando i problemi di qualche settimana fa: “Voglio chiudere la stagione alla grande. E’ sempre speciale andare a Phillip Island perché molti membri della mia squadra sono australiani e i tifosi sono meravigliosi,” ha dichiarato il campione di Tavullia, “Da qualche anno non riesco a vincere e vorrei invertire la tendenza.”

    Domenica a Sepang è stata una giornata fantastica. Tornare a vincere è stato splendido, la vittoria numero 46 con la Yamaha è stata una delle più belle della carriera,” ha concluso Rossi.

    E la Yamaha intanto si coccola il suo nuovo campione, quel Jorge Lorenzo fresco di titolo iridato MotoGP: “Sono una delle persone più felici del mondo, ce l’abbiamo fatta. Ma non è ancora finita, abbiamo altre gare e dobbiamo andare avanti Dobbiamo rimanere concentrati come abbiamo sempre fatto sinora,” ha dichiarato lo spagnolo, “Phillip Island è uno dei miei tracciati favoriti e probabilmente è il più veloce dell’intero calendario. E’ sempre splendido correre vicino al mare. Dobbiamo lottare per il podio e, senza pressione addosso.”