Valentino Rossi: “Philip Island, momento chiave della stagione”

Valentino Rossi si prepara a portare a termine la stagione Motogp 2009 con la prima delle ultime tre gare della stagione che si correrà a Philip Island

da , il

    Il campione del Mondo in carica della MotoGp, Valentino Rossi si appresta ad affrontare il terz’ultimo appuntamento della stagione sul tracciato di Philip Island, con la consapevolezza di essere in un momento delicato del Motomondiale.

    Il pilota della Yamaha comanda la classifica iridata con 18 punti di vantaggio sul compagno di squadra Jorge Lorenzo e in vista di uno dei tre appuntamenti decisivi per l’assegnazione del Motomondiale 2009, Valentino Rossi cerca di analizzare quali possano essere gli elementi che potrebbero impedire la propria cavalcata verso il titolo iridato numero 9: “è il momento chiave della stagione, con tre gare ancora da correre per decidere chi sarà Campione del Mondo”.

    Nell’ultima prova dell’Estoril, inoltre, Rossi ha dovuto condurre una gara tutta in difesa, a causa dell’assetto sbagliato della sua M1, accusando un distacco di oltre 20 secondi dal vincitore Jorge Lorenzo.

    Ricordiamo che in Portogallo tutti gli altri top riders hanno tagliato il traguardo prima di Valentino, situazione che secondo il Dottore della Yamaha si potrebbe ripresentare anche sulla pista australiana di Philip Island: “in Portogallo tutti e tre i miei principali rivali hanno fatto una grandissima gara, con un ritmo elevatissimo, e questo significa che anche Stoner e Pedrosa sono in ottima forma per questa gara. Il piu’ pericoloso in particolare e’ Casey che qui ha vinto negli ultimi due anni e sara’ molto motivato”.

    Queste ultime affermazioni confermano la concentrazione assoluta del campione di Tavullia sull’ultimo frangente della stagione Motogp 2009 e la particolare cura di tutti i dettagli che potrebbero ostacolare il corpo a corpo con il suo team mate e rivale al mondiale, Lorenzo.

    Anche se la lotta con il pilota maiorchino è sempre più tesa, Vale trova anche il tempo per dedicare una battuta polemica nei confronti degli organizzatori del GP australiano: “correre a Phillip Island in questa stagione non e’ bello. E’ tre anni che proviamo senza risultati a cambiare le cose. Il problema è che qui è organizzata anche la F1 e così è normale che si cerchi di tenere i due eventi lontani, ma per noi e’ un problema e vorremmo cambiare le cose. Però la vedo dura”.