Verstappen, tragedia sfiorata in pista: poteva succedere l’irreparabile

Max Verstappen ha vinto da campione a Montreal ma ha corso anche un grande rischio. Nessuno se ne era accorto subito

Il Gran Premio del Canada ha visto Max Verstappen trionfare per il terzo anno consecutivo, centrando la sesta vittoria nelle prime nove gare del Mondiale 2024.

Il ritiro di Charles Leclerc gli ha permesso di tornare in fuga nel mondiale, con un distacco che ora è di ben 56 punti in favore del campione del mondo della Red Bull. Così come già accaduto ad Imola, Max ha corso da manuale, su una RB20 tutt’altro che irresistibile in questa fase di stagione.

Vista la seconda eliminazione di fila in Q1 per il compagno di squadra Sergio Perez, già la conquista della prima fila al sabato, con lo stesso tempo al millesimo di George Russell sulla Mercedes era stata una prova di forza. Nel GP, tuttavia, Verstappen si è superato. L’iridato non ha commesso il minimo errore, con un ultimo stint da manuale, nel quale ha allungato sulla McLaren di Lando Norris.

Verstappen ha rischiato tantissimo a Montreal, il retroscena

In sostanza, la differenza la sta facendo in questo momento la sta facendo di nuovo Verstappen che, con il suo talento, sopperisce alle difficoltà della Red Bull. Va detto infatti che la domenica di Max in Canada, tra le difficoltà della sua monoposto sui cordoli e le complicate condizioni tracciato, non è stata facile. Inoltre, c’è stato anche un episodio che avrebbe potuto avere delle conseguenze molto serie per la sua incolumità

Verstappen ha, infatti, rischiato di investire una marmotta sul lungo rettilineo. Il tutto è avvenuto al 32esimo giro, quando la sua leadership era minacciata da Lando Norris e George Russell. Per fortuna, l’impatto è stato evitato, ma sia per Max che per l’animale si è trattato di un grande spavento.

Max Verstappen rischio Montreal retroscena
Max Verstappen festeggia la vittoria a Montreal (Foto Ansa) – derapate.allaguida.it

Si possono solo immaginare le sorti della povera marmotta qualora fosse stata colpita a oltre 300 km/h. Gravi potevano essere le conseguenze anche per Verstappen che avrebbe potuto riportare danni seri alla monoposto, la quale poteva diventare ingovernabile dopo l’eventuale impatto.

Ecco le parole del campione olandese sull’episodio: “Stavo arrivando all’ultima chicane, quando all’improvviso ho visto quello che, almeno all’inizio, mi sembrava un detrito. Poi mi sono reso conto che in realtà si trattava di un animale ed ho scartato a destra all’ultimo momento, per fortuna si è messo in salvo“. La marmotta ha corso un grande rischio ma per fortuna nessuno si fatto nulla. Soprattuto per lei poteva finire davvero in tragedia.

Impostazioni privacy