Briatore: mondiale già deciso!

da , il

    Briatore: mondiale già deciso!

    Parole pesantissime in casa Renault.

    La rottura del motore poteva rappresentare una specie di soluzione finale per dire “sarebbe comunque andata male oggi” e invece accade l’esatto contrario.

    Prima Alonso che senza mezzi di termini dichiara che la F1 non è più uno sport. E poi Briatore che, complice anche l’amarezza del ritiro di Alonso, si dice convinto che il mondiale sia già stato deciso a tavolino.

    La Federazione, intanto, indaga e accenna a sanzioni…

    Briatore non usa mezzi termini: “Cio che e’ accaduto oggi non e’ un problema. Ma quello che e’ accaduto prima della gara e’ molto strano. Questo e’ un campionato mondiale che e’ stato deciso attorno a un tavolo. Abbiamo capito come vanno le cose…tutto e’ ormai deciso, hanno deciso di assegnare questo mondiale a Schumacher, tutto qui. Rispetto a cio’ che accade in F1, calciopoli fa sorridere”

    La FIA non fa attendere la sua replica: “I commenti attribuiti al team principal della Renault sono stati notati dalla FIA e sono attualmente al vaglio della Federazione”. Il che implica, secondo regolameto, persino la possibile squalifica dell’imputato dal campionato.

    Da qui, a freddo, Briatore ha tenuto saggiamente a rettificare: “Quei commenti che mi sono stati attribuiti oggi dalla stampa sono stati totalmente decontestualizzati. Una frase scherzosa e’ stata tramutata in qualcosa di diverso. Ho piena fiducia nella Federazione, il nostro team lottera’ per vincere il campionato”.

    Data la posta in palio, la rettifica era d’obbligo.

    Il sasso, comunque, è stato lanciato. Fortunatamente la FIA ha fatto una mossa saggia. Per dare credibilità a questo sport c’è bisogno che qualcuno si muova in tempo prima che possa divenire di patrimonio comune l’idea che sia tutta una pagliacciata. C’è bisogno di regole certe e questo è un segnale in quel senso. Peccato Mosley e soci manchino totalmente di altrettanta tempestività e rigore sotto altri aspetti, ben più importanti di una polemica verbale…

    Un consiglio alla Renault, infine: alzare la voce quando le cose vanno male non è un gran modo per avere dignita anche nella sconfitta.

    Dobbiamo per forza ricordarci, quando il mondiale sarà finito, che chiunque sia campione del mondo, lo avrà ampiamente meritato. Perché anche la Ferrari è stata penalizzata e perché la Ferrari ha battuto nettamente la Renault, più volte, anche con il mass damper.

    La rincorsa di Schumi è iniziata ad Imola, in primavera. E non ieri. Se dovesse vincere sarà un gran finale, una grande impresa. Fatta dal più grande di tutti.

    Sarebbe molto più onesto, e di buon gusto, accettare la sconfitta. Anche se brucia, anche se è sempre stata a portata di mano ed ora sembra – irrimediabilmente – scivolare via.