Dott. Costa: “Da padre, li lascerei tutti a casa”

Intervista clinica mobile assen

da , il

    Dott. Costa: “Da padre, li lascerei tutti a casa”

    Una pre-partenza, quella di Assen, che non preannuncia nulla di buono per i piloti italiani. I medici della clinica mobile stanno facendo il possibile, ma il tracciato che i 3 piloti del Bel Paese dovranno percorrere sarà tutto in salita.

    Ecco le dichiarazioni del Dott. Costa e Dott. Rubini, e di Melandri prima della gara di Assen.

    Dott. Rubini: “I piloti non sono dei pazzi. Quando sente dolore il pilota frena 10 metri prima invece che prima, però non si è mai mandato in pista un pilota che non fosse in grado di opportare una gara intera. E poi abbiamo notato che la testa è fondamentale, se salgono in moto guariscono prima.”

    Dott. Costa: “Da padre li vorrei vedere tutti a letto. Hanno dolore anche se Melandri e Capirossi non hanno ossa rotte. Se fossi loro padre vorrei che stessero a curarsi, ma se vogliono correre è hiusto che lo facciano”

    Melandri: ” Ho dolore da tutte le parti, stamattina ho fatto qualche giro per vedere come andava, ma poi sono rientrato. Questa volta corro solo per vedere se riesco a prendere qualche punto. A volte la paura è necessaria, queste iniezioni di paura danno da pensare ed è giusto fermarsi un attimo a riflettere su cosa fare in futuro. Sarebbe da pazzi non ascoltare i segnali che ti vengono dall’esterno o dall’interno.”