Edwards: paura di vincere?

Video della caduta di Colin Edwards ad Assen dove il pilota Yamaha era a pochi metri dalla vittoria

da , il

    Edwards: paura di vincere?

    [Click in basso a sinistra sul tasto play per lanciare il video]

    In una giornata da incorniciare per Hayden come un bellissimo regalo e per Edwards come una natura morta, oggi è tempo di leccarsi le ferite.

    La delusione della Yamaha di ieri è stata cocente. Un pilota brillante con in mano non solo la gara, ma anche 25 punti per sè e per la squadra e il merito di rosicchiare 5 buoni punti ad Hayden per arginare il divario da Valentino, una gara perfetta, autoritaria per poi perdere tutto a 10 metri dalla fine.

    Questo è quello che racconta Colin a fine gara: “ Cosa posso dire? Ovviamente sono delusissimo perché so che avrei potuto vincere. La moto andava benissimo, sin dall’inizio, ed io mi divertivo a guidare. Sapevo, dalle prove, che il mio passo in gara sarebbe stato difficile da mantenere per gli altri ed è stato effettivamente così. Sono partito esattamente come mi ero proposto e sono andato avanti a testa bassa. Quando Nicky è arrivato all’interno a due giri dalla fine, ha lasciato strada quando per me non c’era spazio per andare da nessuna parte. Sono andato dritto ma per fortuna in un punto della pista dove poi ho potuto rientrare. Ero determinato a non mollare la presa e ho dato tutto per poter avere una chance all’ultimo giro. L’ho ripassato ed ho tentato di tenere una linea difensiva nell’ultima curva. Non avevo idea che Nicky sarebbe andato dritto o non avrei avuto necessità di farlo. Sfortunatamente sono stato troppo stretto sull’erba e la gomma posteriore ha slittato quando ho aperto il gas e sono stato disarcionato. Sono molto deluso ma complimenti a Nicky, è stata una gran gara”.

    Semplice errore dovuto alla sfortuna, ad una curva presa male, all’erba sintetica o forse a quella sottile e quasi inconsciente “paura di vincere” che rosicchia l’adrenalina dei piloti appena prima di tagliare il traguardo?

    Soprattutto quando non si è abituati a tagliarlo per primi.

    Tutto fa esperienza.

    Un grande in bocca al lupo a Colin per la prossima volta, quando finalmente riuscirà ad agguantare quei 25 punti che questa volta gli sono volati via di mano insieme alla sua M1.